sabato 9 ottobre 2021

Ancora spettri.

0 COMMENTA LA NOTIZIA

 Dal 1800 gli astronomi hanno diviso le stelle in diversi tipi spettrali, con lo scopo iniziale di classificare l'intensità delle righe di assorbimento dell'Idrogeno.

La classificazione attualmente più diffusa è
quella di Harvard : "OBAFGKM
(storicamente, queste lettere si ricordano con il mnemonico "Oh Be A Fine Girl/Guy Kiss Me") 
che descrive più adeguatamente la temperatura 
superficiale degli oggetti.
I suddetti tipi spettrali principali sono mostrati nell'immagine con le stelle di tipo O (Blu più calde - 30.000°K e oltre) in alto e di tipo M (Rosse più fredde - 2.700°K e meno) in basso.

 

Recentemente sono stati aggiunte altre classi : W,L,T,Y
Classe W: stelle di Wolf-Rayet con atmosfere ricche di elio e temperature di 50.000°K ÷ 85.000°K
Classe L : Nane Rosse (stelle) o Nane Brune (non stelle) con temperature di 1.200°K ÷ 2.000°K
Classe T : Nane Brune con temperature di 700°K ÷ 1.300°K
Classe Y : Fritto misto di oggetti sub-stellari con temperature inferiori ai 700°K.
P.S. Il nostro Sole (Giallo - 5.800°K) è di tipo spettrale G.

Flavius

sabato 2 ottobre 2021

Reattori naturali

0 COMMENTA LA NOTIZIA
Negli anni '70 ad Oklo, nel Gabon, sono stati rinvenuti depositi di ossido di uranio 
a testimonianza di reazioni nucleari naturali avvenute quasi due miliardi di anni fa. 

 
Oggi non esistono reattori naturali 
(nucleo planetario a parte), 
poiché la densità relativa dell'uranio fissile 
è scesa al di sotto di quella necessaria 
per una reazione sostenibile. 

 
L'immagine mostra il "reattore fossile" 15; 
l'ossido di uranio è visibile come roccia giallastra e viene utilizzato oggi per testare la stabilità delle costanti fondamentali su scale temporali cosmologiche e per sviluppare mezzi efficaci per lo smaltimento delle scorie nucleari.

Flavius

giovedì 30 settembre 2021

Il cielo del mese: ottobre 2021

0 COMMENTA LA NOTIZIA

Diamo uno sguardo ai principali eventi astronomici del mese di ottobre 2021!

 Il Sole 
il Sole, fotografato da Michele Brusa
 
01 ottobre: sorge alle 07:11
transita alle 13:03
tramonta alle 18:54
durata del giorno 11 ore e 43 minuti
distanza dalla Terra alle 12:00: 1.001076358 U.A.
 
15 ottobre: sorge alle 07:28
transita alle 12:59
tramonta alle 18:30
durata del giorno 11 ore e 2 minuti
distanza dalla Terra alle 12:00: 0.997105338 U.A.
 
31 ottobre: sorge alle 06:48
transita alle 11:57
tramonta alle 17:05
durata del giorno 10 ore e 17 minuti
distanza dalla Terra alle 12:00: 0.992688171 U.A
 
 
La Luna  

La Luna, fotografata da Simone Zampilli
 
 6 ottobre, 2:14 - Luna nuova

8 ottobre, h 19:16 - Luna in perigeo (363.385,7 km)

12 ottobre, h 18:09 - Luna al primo quarto

20 ottobre, h 4:01 - Luna piena

 24 ottobre, h 17:19 - Luna in apogeo (407.796,4 km)

28 ottobre, h 9:09 - Luna all'ultimo quarto
 
I pianeti
 
Mercurio - Il pianeta Mercurio sarà troppo vicino al Sole nel mese di ottobre per essere individuabile ad occhio nudo, fino alla fine del mese, quando si potrà avvistarlo a Est, prima dell'alba. 
Raggiungerà il punto di congiunzione inferiore il 9, mentre il 25 sarà massima elongazione Ovest il 25.
Il 15 del mese, a mezzogiorno, disterà dalla Terra circa 0,731 U.A. (109.356.043,482 km);
 
Venere - Venere, che al momento incarna le vesti di Vespero, sarà visibile per breve tempo, molto basso sull'orizzonte a SudOvest, subito dopo il tramonto.
Il 29 ottobre sarà in massima congiunzione Est
Il 15 del mese, a mezzogiorno, disterà dalla Terra circa 0,778 U.A. (116.387.143,405 km);
 
Marte - Il Pianeta Rosso sarà del tutto inosservabile durante il mese di ottobre. L'8 ottobre sarà in congiunzione.
Il 15 del mese, a mezzogiorno, disterà dalla Terra circa 2,619 U.A. (391.796.823,363 km);
 
Giove - Giove è sempre protagonista assoluto della notte, anticipando progressivamente il suo sorgere e tramontare.
Il 15 del mese, a mezzogiorno, disterà dalla Terra circa 4,436 U.A. (663.616.154,425 km);
 
Saturno - Il Signore degli Anelli giocherà il ruolo di "co-protagonista" anche durante il mese di ottobre, visto che sarà ben osservabile per buona parte della notte.
Il 30 ottobre sarà nel punto di quadratura.
Il 15 del mese, a mezzogiorno, disterà dalla Terra circa 9,637 U.A. (1.441.674.679,936 km);
 
Urano - Urano sarà osservabile al telescopio durante quasi tutta la notte, durante il mese di ottobre.
Il 15 del mese, a mezzogiorno, disterà dalla Terra circa 18,801 U.A. (2.812.589.567,031 km);
 
Nettuno - Il pianeta Nettuno appare in cielo ad Est /Sud-Est, anticipando la sua levata giorno dopo giorno: possibile osservarlo al telescopio durante tutta la notte, in condizioni di buio ottimale.
Il 15 del mese, a mezzogiorno, disterà dalla Terra circa 29,065 U.A. (4.348.062.111,896 km).
 
 
Congiunzioni
 
Congiunzione tra Giove (a sinistra) e Venere (a destra) del Giugno 2015. Foto di Alfredo Lolli e Matteo Reggidori.
 
 -9 ottobre, h 18:30Congiunzione Luna-Venere;


 
 -14 ottobre, h 20Congiunzione Giove-Luna-Saturno;
 
Sciami meteorici con picco d'intensità nel mese di ottobre  
Ecco gli sciami meteorici attivi nel mese di ottobre, divisi tra quelli che durante il mese mostrano il loro picco e quelli che pur non avendo in questo mese il picco presentano comunque una qualche attività. Per maggiori informazioni, potete consultare la apposita rubrica UAI curata della Sezione Meteore, a questo link: http://meteore.uai.it/sciami/2021/ott2021.htm
 
 
1) Delta Aurididi (Aurigidi di ottobre): sciame attivo dal 18 settembre al 23 ottobre, con picco il 4 ottobre; 
2) Sigma Orionidi: sciame attivo dal 10 settembre al 26 ottobre, con picco il 5 ottobre:
3) Camelopardidi di ottobre: sciame è attivo dal 1 al 10 ottobre, con picco il 5;
4) Draconidi/Giacobinidi: sciame attivo dal 6 al 16 ottobre, con picco l'8;
5) Piscidi Nord: sciame attivo dal 25 settembre al 15 ottobre, con picco il 13 ottobre;
6) Tau Ursae Majoridi: sciame attivo dal 12 al 18 ottobre, con picco il 15;
7) Epsilon Geminidi: sciame attivo dal 5 al 27 ottobre, con picco il 20;
8) Orionidi: sciame attivo dal 5 ottobre al 7 novembre, con picco il 20 ottobre;
9) Leonidi Minoridi: sciame attivo dal 19 al 27 ottobre, con picco il 22. 
 
Altri sciami meteorici che hanno già raggiunto/devono ancora raggiungere la massima intensità sono:
 
 
1)Piscidi-Sud: (attive dal 1 settembre al 30 ottobre, con picco il 20 settembre);
2)Tauridi-Sud: (attive dal 7 settembre ottobre al 30 novembre, con picco il 3 novembre);
3)Tauridi-Nord: (attive dal 16 ottobre al 5 dicembre, con picco il 12 novembre); 
 
Carte del cielo del mese di ottobre 
 Il cielo del 01 ottobre, alle ore 23
 
Il cielo del 15 ottobre, alle ore 23



giovedì 23 settembre 2021

Le colonne d'Ercole

0 COMMENTA LA NOTIZIA

In questo caso, più che di colonne, si tratta dei getti di materia prodotti dal Buco Nero supermassivo che si trova al centro di Hercules A, una galassia con nucleo attivo (AGN) che si trova nella costellazione di Ercole a circa 2 miliardi di anni luce di distanza.   


Il sistema interferometrico LOFAR (Facebook  27/02/2021), con una risoluzione di 300 mas (millesimi di secondo di arco),  che alle frequenze di un centinaio di Mhz  (quelle della radio FM) è veramente eccezionale, ha prodotto questa bella immagine.  


La galassia è il batuffolo al centro e le zone più luminose di questi lobi sono estese circa quanto la nostra Via Lattea !   

martedì 7 settembre 2021

Bianche da record.

0 COMMENTA LA NOTIZIA

Ma non si tratta di eccezionali piste sciistiche o sfavillanti magliette lavate con detersivo XYZ, ma ovviamente di oggetti astrali e specificatamente di Nane Bianche.

Scoperta nel 2014, la compagna di PSR J2222-0137, una pulsar distante 900 anni luce nella costellazione dell'Acquario, è la Nana Bianca più fredda conosciuta : 2700 °C sono veramente pochi anche alla veneranda età di 11 miliardi di anni.   

Più recentemente invece (2021) è stata individuata Ztf J1901+1458.  
Si trova a 130 anni luce di distanza nella costellazione dell’Aquila, ha un diametro di circa 4300 Km (un quarto più della Luna) ed una massa di 1,35 volte quella del Sole (per poco che ingrassi collassa in una Stella di Neutroni !).

E per finire EPIC 228939929 scoperta nel 2020 è la Nana col periodo di rotazione più breve conosciuta : 317 secondi (5,3 minuti) per un giro da trottola !!!

Oggetti certamente da record .... che aspettano solo di essere battuti !

Nelle immagini (artistiche) la compagna fredda e quella piccola paragonata alla Luna.

Buona giornata

 

Flavius

lunedì 6 settembre 2021

E luce fu !

0 COMMENTA LA NOTIZIA

Negli ultimi decenni i dispositivi luminosi sono notevolmente migliorati in quanto a efficienza, durata, sicurezza e praticità.  

 

Dalle candele e lampade ad olio/petrolio si è passati a quelle a gas, alle elettriche a filamento e fluorescenti (scarica nel gas Hg, Na ...) ed infine a semiconduttore (LED).   

 

La conseguenza è stata un graduale e notevole aumento della luminosità media di tutto il pianeta e del relativo "Inquinamento Luminoso" (molto sgradito da chi ama osservare le meraviglie del cielo).   

 

L'immagine mostra la luminosità del nostro paese con l'indicazione dell'osservatorio di Monteromano (stellina cerchiata in verde).



lunedì 30 agosto 2021

Macchie e ponti

0 COMMENTA LA NOTIZIA

 Come già postato in precedenza, il nostro Sole si è risvegliato e non di rado ci gratifica di qualche bella eruzione e/o gruppetto di macchie.

Queste ultime si presentano al telescopio (si usa uno strumento dedicato o quantomeno uno dotato di appositi filtri sull'obiettivo.  Non osservare il sole con un normale cannocchiale/binocolo pena la cecità permanente !) come delle zone più scure sulla superficie solare.

Vengono prodotte quando un tubo di flusso magnetico fuoriesce dalla superficie (e rientra poco distante) bloccando l'attività convettiva in quei punti e riducendone la temperatura di 1000-2000 gradi.

Le macchie costituiscono anche delle leggere depressioni e quando decadono, possono formarsi in poche ore dei ponti di materia a temperatura "normale" che collegano i bordi delle stesse (ponti di luce). 

L'immagine è stata ripresa dallo Swedish Solar Vacuum Telescope dotato di ottiche adattive che compensano in tempo reale le distorsioni prodotte dalla turbolenza dell'atmosfera terrestre.

Per dare l'idea delle dimensioni della macchiolina, la lunghezza dei due ponticelli è di circa 5000 Km !

Buona settimana.

Flavius

Il cielo del mese: settembre 2021

0 COMMENTA LA NOTIZIA

 

Diamo uno sguardo ai principali eventi astronomici del mese di settembre 2021!

 
Il Sole 
il Sole, fotografato da Michele Brusa
 
01 settembre: sorge alle 06:37
transita alle 13:13
tramonta alle 19:49
durata del giorno 13 ore e 12 minuti
distanza dalla Terra alle 12:00: 1.009119482 U.A.
 
15 settembre: sorge alle 06:53
transita alle 13:08
tramonta alle 19:24
durata del giorno 12 ore e 31 minuti
distanza dalla Terra alle 12:00: 1.005582229 U.A.
 
30 settembre: sorge alle 07:10
transita alle 13:03
tramonta alle 18:56
durata del giorno 11 ore e 46 minuti
distanza dalla Terra alle 12:00: 1.001367708 U.A
 
 
La Luna 

La Luna, fotografata da Simone Zampilli
 
6 settembre, h 15:24 - Luna nuova
 
10 settembre, h 16:08 - Luna in prigeo (368.748,9 km)
 
13 settembre, h 11:32 - Luna al primo quarto
 
20 settembre, h 13:43 - Luna piena 
 
25 settembre, h 16:35 - Luna in apogeo (403.673,7 km)
 
28 settembre, h 14:36 - Luna all'ultimo quarto
 
I pianeti
Mercurio - Il pianeta Mercurio non sarà visibile durante il mese di settembre, perso nella luce del tramonto.
Il 14 settembre sarà nel punto di massima elongazione Est.
Il 15 del mese, a mezzogiorno, disterà dalla Terra circa 0,943 U.A. (141.070.792,07 km);
 
Venere - Venere brillerà basso nelle luci del tramonto, permanendo in cielo per breve tempo prima di tramontare anch'esso.
Il 15 del mese, a mezzogiorno, disterà dalla Terra circa 1,004 U.A. (150.196.262,183 km);
 
Terra - Il 22 settembre, alle 21:21 ora italiana, si avrà l'equinozio di autunno!
 
Marte - Il Pianeta Rosso non sarà visibile durante il mese di settembre, essendo troppo vicino al Sole per poter essere osservato.
Il 15 del mese, a mezzogiorno, disterà dalla Terra circa 2,637 U.A. (394.489.585,036 km);
 
Giove - Il Gigante gassoso del Sistema Solare potrà essere scorto facilmente in cielo appena dopo il tramonto, basso nella partre opposta del cielo, costituendo protagonista assoluto della intera notte.
Il 15 del mese, a mezzogiorno, disterà dalla Terra circa 4,113 U.A. (615.296.042,189 km);
 
Saturno - Il Signore degli Anelli giocherà il ruolo di "co-protagonista" del cielo, assieme a Giove, durante il mese di settembre, visto che sarà ben osservabile per pressoché tutta la notte!
Il 15 del mese, a mezzogiorno, disterà dalla Terra circa 9,21 U.A. (1.377.796.389,147 km);
 
Urano - Urano è in ottime condizioni di visibilità, continuando ad essere osservabile al telescopio durante quasi tutta la notte, dando il meglio di sé nella seconda parte della stessa.
Il 15 del mese, a mezzogiorno, disterà dalla Terra circa 19,099 U.A. (2.857.169.732,499 km);
 
Nettuno - Il pianeta Nettuno sarà osservabile al telescopio durante tutta la notte, in condizioni di buio ottimale. Il 14 settembre sarà in opposizione.
Il 15 del mese, a mezzogiorno, disterà dalla Terra circa 28,917 U.A. (4.325.921.627,032 km).
 
Congiunzioni 
Congiunzione tra Giove (a sinistra) e Venere (a destra) del Giugno 2015. Foto di Alfredo Lolli e Matteo Reggidori.
 
  10 settembre, h 20Congiunzione Luna-Venere;


 
 17 settembre, h 21Congiunzione Luna-Giove-Saturno;


 

Sciami meteorici con picco d'intensità nel mese di settembre  

 
Ecco gli sciami meteorici attivi nel mese di settembre, divisi tra quelli che durante il mese mostrano il loro picco e quelli che pur non avendo in questo mese il picco presentano comunque una qualche attività. Per maggiori informazioni, potete consultare la apposita rubrica UAI curata della Sezione Meteore, a questo link: http://meteore.uai.it/sciami/2021/set2021.htm
 
1) Alfa Aurigidi: sciame attivo dal 24 agosto all'8 settembre, con picco il 1 settembre;
2) Theta Aurigidisciame attivo dal 24 agosto all'8 settembre, con picco il 1 settembre;
4) Eta Cetidi Sud: sciame ancora dal 20 agosto all'8 settembre, con picco il 1 settembre;
4) Eta Cetidi Nord: sciame attivo dal 14 agosto al 19 settembre, con picco il 2 settembre;
4) Epsilon Perseidi: sciame attivo dal 21 agosto al 16 settembre con picco nella notte del 6 settembre;
5) Perseidi di settembre/Delta Aurigidi di settembre/Mu Perseidi: sciame attivo dal 5 al 17 di settembre, con picco il 9;
6) Arietidi-Triangulidi/Alfa Triangulidi: sciame attivo dal 30 agosto al 15 settembre, con picco il 12 settembre;
7) Piscidi-Sud: sciame attivo dall'1 settembre al 30 ottobre, con picco il 20 settembre;
8) Kappa (GammaAcquaridi: sciame attivo dall'1 al 30 settembre, con picco il 20 settembre. 
 
  Altri sciami meteorici che hanno già raggiunto/devono ancora raggiungere la massima intensità sono costituiti da:
 
1) Cassiopeidi di agosto/Delta Cassiopeidi: (attive dal 29 luglio al 10 settembre, con picco il 10 agosto);
2) Iota Acquaridi Nord: (attive dal 19 luglio al 10 settembre, con picco il 26 agosto);
3) Pi/Epsilon Eridanidi: (attive dall'08 agosto al 09 settembre, con picco il 29 agosto);
4) Delta Aurigidi: (attive dal 18 settembre al 23 ottobre, con picco il 4 ottobre);
5) Sigma Orionidi: (attive dal 10 settembre al 26 ottobre, con picco il 5 ottobre);
6) Piscidi Nord: (attive dal 25 settembre al 15 ottobre, con picco il 13 ottobre). 
Carte del cielo del mese di settembre 
 Il cielo del 01 settembre, alle ore 23
 
Il cielo del 15 settembre, alle ore 23 

 

giovedì 26 agosto 2021

La Massa e il Peso

0 COMMENTA LA NOTIZIA
Capita a tutti di voler rallentare un po', rilassarsi, mettere da parte le cose "serie" per dedicarsi alle frivolezze. 
Anche a me ..... e perciò il post che vi propongo è banale ritrito e frivolo ! 
 
Ammesso e non concesso che un essere umano si trovi sulla "superficie"/"limite dell'atmosfera" 
(i Giganti Gassosi non hanno una vera e propria superficie solida) dei vari componenti del Sistema Solare e si esibisca in un bel salto in alto, i risultati sarebbero quelli riportati nell'immagine. 
     
Sulla Terra la persona, avente una MASSA di 70 Kg, PESA 70 Kg e salta 1 m (sono io dopo intenso allenamento).

 Per sentirmi un vero olimpionico ho riportato di seguito anche i dati relativi ai Pianeti Nani. 

         Cerere - Plutone - Haumea - Makemake - Eris 
Peso (Kg)  2      4,5       2,7       3         4,2 
Salto (m)  35     15        25        22        16 

Flavius

martedì 24 agosto 2021

Shakespeare e l'astronomia

0 COMMENTA LA NOTIZIA
Dal 1919, l'Unione Astronomica Internazionale ha il compito di stabilire una nomenclatura 
convenzionale per i pianeti, i satelliti e i particolari delle loro superfici

Per il sistema di satelliti di Urano sono stati scelti nomi di personaggi di opere di Shakespeare ed Alexander Pope

Così le 5 lune principali del gigante gassoso sono state chiamate Miranda, Ariel, Umbriel, Titania e Oberon e Amleto è un enorme cratere (206 Km di diametro) sulla superficie di quest'ultimo.
 
L'immagine mostra la luna Oberon (1520 Km di diametro) con  il cratere Amleto (in centro a destra) in una elaborazione dei dati della sonda 
Voyager 2 (1986)

 Flavius

domenica 22 agosto 2021

THE WONDERFUL M13

0 COMMENTA LA NOTIZIA

Nel 1974, durante la cerimonia inaugurale di un ampliamento del radiotelescopio di Arecibo, venne trasmesso un messaggio in codice binario in direzione di M13 (icona delle nostre serate osservative). 

 Questa trasmissione era per lo più cerimoniale: se nell'ammasso globulare M13 fossero presenti forme di vita in grado di comprendere il messaggio e si degnassero di inviare una risposta, dovremmo aspettare circa   

50.000 anni per riceverla !!

L'aver scelto un ammasso globulare come destinazione, è motivato dal fatto che questi oggetti sono molto vecchi (nel caso 12÷14 miliardi di anni, tempo più che sufficiente per lo sviluppo di vita intelligente) e la densità stellare e conseguentemente planetaria è molto elevata (sparando nel mucchio è più facile beccare qualcosa !).  Purtroppo sembra che all'epoca i calcoli non siano stati fatti con la necessaria precisione e quindi il segnale inviato non centrerà l'obiettivo ma lo sfiorerà solo. 

 M13 contiene diverse centinaia di migliaia di stelle, ha un diametro di circa 165 anni luce, dista circa 25.000 anni luce e si sta avvicinando alla velocità di circa 250 Km/secondo (combinazione della rotazione della Galassia, del moto del Sole e del moto dell'ammasso attorno al centro galattico). 

 

L'immagine lo mostra insieme al messaggio in codice binario: i numeri da uno a dieci, alcuni atomi, molecole interessanti, DNA, un essere umano, Sistema Solare e radiotelescopio di invio.

giovedì 19 agosto 2021

M 57 o NGC 6720

0 COMMENTA LA NOTIZIA

M 57 o NGC 6720 è una famosa nebulosa planetaria conosciuta anche come Nebulosa Anello o Ring Nebula.

Distante circa 2000 anni luce, ha un diametro di 2 anni luce ed è visibile nella costellazione della Lira a metà strada fra le stelle beta (Sheliak) e gamma (Sulafat).

La sua forma ad anello è dovuta al fatto che la osserviamo dal suo asse polare; se la guardassimo dal piano equatoriale assomiglierebbe a M 27 (Nebulosa Manubrio o Dumbbell Nebula) cioè a due settori circolari contrapposti con al centro la Nana Bianca che l'ha prodotta.

Nella immagine in alto è come ci appare con un telescopio amatoriale (150-200 mm) e in basso fotografata da HST (Hubble) ed elaborata per mostrare il gradiente di temperatura dei gas espulsi dalla stella centrale (blu/più caldi al centro - rosso/più freddi ai bordi).

Flavius

NUOVA APERTURA DELL'OSSERVATORIO : 28 AGOSTO (SU PRENOTAZIONE !!!)

0 COMMENTA LA NOTIZIA
ATTENZIONE!
NUOVA DATA ATTIVATA PER LA PRENOTAZIONE :
28 AGOSTO 2021


Per evitare assembramenti eccessivi, infatti, le serate saranno a numero chiuso (90 posti) e su prenotazione (ad esaurimento posti non ci saranno liste di attesa ma verranno riattivate le prenotazioni in proporzione ai posti disdettati), naturalmente gratuita, con le modalità che vi indichiamo sul nostro sito delle PRENOTAZIONI:


Ovviamente, per lo svolgimento ordinato e sicuro della serata sarà necessario seguire alcune semplici regole (insieme a TUTTE LE RACCOMANDAZIONI CHE TROVATE DA CONSULTARE!!!) e che possiamo così riassumere:
1)
Poichè l'osservatorio lavora prevalentemente in condizioni di BUIO, non si può garantire costantemente un distanziamento quindi è obbligatorio indossare la mascherina (chirurgica, FFP2 o FFP3) lungo tutto l'arco della serata, anche all'aperto;
2)
mantenere la distanza di almeno un metro dalle altre persone;
3) presenza in cupola limitata a un
massimo di quattro visitatori alla volta;
4) seguire in ogni momento le indicazioni dei soci Antares che si occuperanno della gestione della serata.

Noi non vediamo l'ora di tornare a farvi vedere le meraviglie che solo un luogo come quello di Monte Romano può offrire… e voi, siete pronti a venirci a trovare?

Vi aspettiamo!

lunedì 16 agosto 2021

14 agosto 2021 - finalmente una serata (decente) aperta al pubblico all'osservatorio di monteromano

0 COMMENTA LA NOTIZIA

Buona giornata a tutti!

Serata FINALMENTE (!!!) BELLA in tanti sensi!!!
Merita un resoconto da tramandare ai posteri... (credo).
[ 14/08/2021 ]
Partiti gocciolanti (letteralmente e nonostante le ripetute docce corroboranti...) dalla pianura soffocata dal caldo opprimente percorriamo la vallata del Lamone verso la meta rinfrancati dal meteo che non dovrebbe riservare sorprese (una volta tanto!).

A parte un automobilista (GIAN LUCA) scalmanato che ci ha tampinato fino all'osservatorio gesticolando (per non annoiarsi alla guida si suppone), il viaggio è andato liscio fino al passaggio a livello della statale che precede il bivio di monteromano... credo che le FFSS abbiano intenzione di vincere un premio per l'attraversamento più sconquassato d'Italia... (non ho mai capito perchè non lo sistemino!). Superato l'ostacolo senza essere soppressi dal carico delle attrezzature e dei bagagli... con furbesca manovra del nostro autista al bivio tra S.Martino e la salita verso l'osservatorio cogliamo di sorpresa lo scalmanato inseguitore scendendo verso il paesello alla ricerca del mini-mega tabacchi-alimentari-ferramenta-edituttounpò per rifornire di vettovagliamento e sostentamento con "carburanti" locali. Certi posti se non esistessero bisognerebbe inventarli 🙂. Flavio ed Angelo non lesinano a chiedere una produzione impegnativa di paninoni con pane toscano e abbondanti ripieni! ...con l'aria di montagna l'appetito ... si sà! 🌭🍔🍺

E avanti in salita ! Al passaggio per l'abitato di Monteromano veniamo avvolti da fumi barbecue intensi e alcuni anche un pò inquietanti (più plastici che da arrosto!)... superiamo la nebbia imperterriti e raggiungiamo l'osservatorio.


*SERATA PUBBLICA 14/08/2021 - SECONDA PARTE*
(segue da prima parte)☝️🧐

All'arrivo in osservatorio troviamo il già più che ben acclimatato SIMONE (che era già sul posto dalla notte precedente!) e GIAN LUCA (si scrive staccato come ebbe a precisare il giorno in cui si iscrisse). Entrambi frementi, in attesa di procedere all'allestimento dell'osservatorio per farlo trovare organizzato ed accogliente per gli avventori prenotati. Poche istruzioni a conferma di quanto già ormai sanno e già erano all'opera (sedie, schermo, reception all'ingresso del piazzale ... rassettamento).

Nel frattempo siamo raggiunti anche dalla socia (da poco acquisita) HIND in compagnia di un'amica, entrambe pronte a dare una mano oltre che a documentare un pò la situazione tramite il drone (con cui è regolarmente patentata la nostra HIND!) ! 🤩


Terminata ua breve pausa di acclimatamento alla gradevole temperatura dell'osservatorio, si procede alacremente alla predisposizione di tutte le attrezzature... appena in tempo per cominciare ad accogliere i primi arrivi ! Il tramonto si avvicina e non bisogna mancare di documentare l'ambientazione quindi afferro la NIKON e comincio un rapido giro di scatti per non perdere gli attimi fuggenti che spesso si preentano in questo luogo "speciale".

HIND è già al lavoro con il "caladrone" (ronza come un calabrone!) mentre Simone si esibisce nel preciso collocamento delle sedie per il pubblico verificando il corretto distanziamento. GIAN LUCA attrezza il punto di accoglienza all'ingresso del piazzale, FLAVIO si concentra sul DIEMME all'interno della specola "affilando" gli oculari, Angelo assembla l'impianto di amplificazione e proiezione... siamo quasi pronti.

Le prime auto parcheggiano e salgono i primi prenotati che, giustamente, non perdono l'occasione di approfittare per cenare al sacco gustandosi il panorama che si arricchisce minuto dopo minuto con i colori aranciati del tramonto.


L'atmosfera comincia a crearsi in sintonia con il calar del SOLE ... e mentre Angelo lancia le proiezioni di SLIDE sullo schermo, le musiche di accompagnamento si diffondono sulla collina amplificando la sensazione di corroborante ritempramento che il luogo genera ogni volta ci ritroviamo qui.
Venere sfavillante nella luce del tramonto

Venere sfavilla in cielo mentre appaiono le prime stelle... arturo, vega... poi altair. Con Simone si fa a gara a cercare il carro e la polare ma ancora non si riesce... mi armo di laser per aiutarmi nella messa a fuoco degli occhi sul fondo del cielo... e finalmente trovo la polare... in contemporanea con Simone che intanto era tornato alla sua postazione di "tiro" telescopica 😀 per le ultime predisposizioni.

Gli arrivi si susseguono sempre più rapidamente ma GIAN LUCA (che sembra essere ovunque insieme a SIMONE) non perde un colpo e gestisce addirittura una mini postazione di cartoline oltre al check delle presenze e la raccolta di contributi di qualche generoso avventore!

Il tramonto procede mentre e possiamo ottimizzare i tempi cominciando ad invitare i presenti, a piccoli gruppi, ad osservare la LUNA che fa già bella mostra di sè alta in cielo. I bambini sono i primi (come sempre) ad accedere curiosi in specola mentre GIAN LUCA e SIMONE (ma non erano già alla reception?!) regolano i primi accessi sulla porta dove è posizionato come una guardia il dosatore automatico di igienizzante.

Alle 21:00 Angelo rompe gli indugi e ferma il sottofondo musicale, lasciando per qualche minuti solo le immagini che scorrono sullo schermo e la colonna sonora, complice anche l'assenza di vento (!), diventa un quasi "assordante" FRINIRE dei GRILLI che proviene da tutte le parti della collina... io stavo registrando (per prova) una mini diretta su facebook e ... non si vedeva quasi nulla ma i GRILLI si sentono benissimo! Con il vento non si sarebbero sentiti!

Comincia lo "spettacolo". Angelo fa come sempre gli onori di casa e procede con le doverose introduzioni mentre l'osservazione in specola procede sulla Luna in attesa che GIOVE e SATURNO salgano ancora un pò dall'orizzonte poi toccherà a loro in attesa che il tramonto si concluda ed anche che la Luna si abbassi a sua volta verso il tramonto riducendo il proprio bagliore che ancora rischiara l'ambiente proiettando le ombre a terra.

Tutto procede al meglio... niente ressa, ordine, attenzione e tranquillità. Intanto si scatta a raffica nel tentativo di documentare e raccogliere materiale fotografico utile oltre che a rinfrescare la memoria di come si fa a scattare foto nel buio... ma il cielo non è sempre uguale (mai).

All'improvviso : OOOOhhhhh !!!!! ..."avete visto una meteora?! Bene ... allora è un buon segno!" dice Angelo...

Sono le 22:06... Angelo ha concluso le introduzioni e la meteora ha sancito il momento giusto per passare il testimone e continuare la staffetta astronomica cominciando a percorrere i sentieri tra le stelle nel consueto ma sempre accattivante esercizio di riconoscimento delle costellazioni.

Si spengono le luci della proiezione, resta solo il bagliore lunare che ancora non smette di produrre ombre a terra ma le costellazioni sono ben visibili e... si intuisce senza nessuna fatica anche la Via Lattea. Le premesse ci sono tutte... avanti con il repertorio! Accendiamo gli effetti speciali e con "la spada laser" ben carica si comincia a viaggiare tra le stelle! Tanto per aggiungere un pò di spettacolo, un paio di belle meteore hanno la buona idea di mostrarsi proprio dove punto il laser e la cosa risulta molto divertente. Eravamo partito come sempre con il Carro per poi trovare la polare (incatenata al centro di rotazione del cielo boreale) , arturo, spica... un passo a destra dove non si vede nulla per citare il Leone già sotto l'orizzonte, un passo a sinistra di Spica per giocare con la Bilancia, poi il nostro "beniamino" Scorpione dove fa bella mostra di sè Antares, poi torniamo alla Bilancia per sbeffegiarla alla nostra solita maniera (senza cattiveria ma... ci sta). La Luna è scesa ancora e comincia a ridurre il suo bagliore... si passa al rituale del the all'inglese. Il Sagittario si vede bene (ma non benissimo causa Luna e umidità sull'orizzonte)... l'inclinazione è già evidente e la teiera che versa il suo contenuto caldo (ma non bollente) nella tazzina "scorponica" si può mostrare senza timore e il fumo, rappresentato dalla via lattea, è visibile anche se non farà eccessivo clamore.

Sento però qualche commento positivamente entusiasta e questo è confortante per chi spiega... chissà allora cosa diranno fra poco quando la Luna sarà scesa sotto l'orizzonte!

Proseguiamo lungo la traccia della Via Lattea e saliamo verso lo Zenith dove ci attende una nuvola di stelle "lattee" tra le quali spicca il triangolo Estivo: ecco Vega (senza Goldrake...) e l'arpa di Orfeo, Deneb a sinistra introduce il Cigno ben evidente e maestoso (una volta svelato nella sua interezza), ammiriamo Altair e l'Aquila per poi far tappa sul simpatico Delfino che si tuffa ai bordi del latteo fiume di stelle. Abbiamo quasi completato il tour ma ad est è oramai sorto tutto il quadretto di famiglia pronto per la narrazione mitologica : la vanitosa Cassiopea con il rassegnato Re Cefeo, la principessa Andromeda incatenata al grande quadrato di Pegaso, l'alato cavallo di Perseo che si erge fiero dall'orizzonte impugnando la testa della gorgone Medusa con la quale affronterà furbescamente il mostro marino salvando la bella Andromeda. Abbiamo scordato l'Orsa Maggiore... quindi torniamo da lei e da Arturo per compensare e narrar la storia di Callisto ed Arturo. Prima però approfittiamo anche per mostrare il "vaso da fiori" e citare il mitico Ercole e già che siamo in zona anche la Corona Boreale con la sua Gemma.

Il nostro percorso ha lasciato indietro poche tappe secondarie ma non possiamo tralasciare gli "effetti speciali"... passiamo quindi alla spiegazione del "viaggio nel tempo" ricordando ai presenti che ciò che osserviamo è un'immagine del passato (più o molto meno recente) per concludere cercando l'isola che
la galassia di Andromeda, M31... l'isola che non c'è?
non c'è... ovvero la debole luce della Galassia di Andromeda, l'unica debolissima luce percepibile da occhio (nudo) umano che si trova fuori dalla nostra galassia ... e quando in molti hanno ammesso di averla vista, la soddisfazione è stata grande.... ma che ore sono ?! Ah sarà mezzanotte! ...perchè all'orizzonte sulla linea della costa vediamo fuochi d'artificio in diversi punti!

Beh... il cielo l'abbiamo già spiegato adesso spieghiamo cosa stiamo guardando davanti alla vallata del Lamone no?!

Monteromano è un luogo speciale, da proteggere però! Avete visto quante luci stanno proliferando senza seguire le regole anti-inquinamento luminoso??? 😱😱😱

Auspicando di poter ripetere appuntamenti simili e possibilmente senza ristrettezze dovute a emergenze sanitarie (!) diamo quindi la buonanotte ai visitatori ricevendo un applauso (liberatorio...  temo che non ne potessero più di ascoltarmi!) ma se per loro la serata si conclude con il rientro... noi adesso dobbiamo smontare attrezzature e allestimenti !

Smontaggi di fine serata!
Sotto a chi tocca !? Sedie da impilare, schermo da smontare, impianto audio... insomma ci siamo capiti? Per un'altri 30 minuti minimo si deve sgambettare !!! Per fortuna il team è in piena sintonia ed anche i nuovi acquisti sono motivati e propositivi! Per noi "vecchi" è una boccata fresca di ossigeno che speriamo non finisca perchè il prossimo anno l'associazione taglia un traguardo importante : 40 ANNI dalla fondazione. Bellissima cosa... ma per chi c'era quel giorno significa che adesso ne ha 40 in più e quindi è necessario garantire la continuità di tutto quello che abbiamo creato finora (almeno).

Ciancio alle bande ! Bisogna caricare le auto (per chi non resta a pernottare sull'amaca sotto le stelle!!!) e poi ci aspetta un'oretta buona di viaggio... mica bruscolini!

Un grazie di cuore a tutto il dream-team del 14 Agosto : Gian Luca, Simone, Flavio, Hind, Ortensia (?) e Angelo e ricordate che sono ringraziamenti convenzionali... a volte anche solo la buona compagnia aiuta a faticare meno!

Ah... scordavo !!! Grazie anche ai visitatori ai quali chiediamo di non dimenticare di lasciare i loro commenti positivi o negativi che siano o mandare le proprie foto scattate durante la serata (non servono capolavori) !

R.Baldini



martedì 10 agosto 2021

10 e 11 agosto: Calici sotto la Torre a Oriolo dei Fichi (Ra) con il gruppo astrofili antares di Romagna

0 COMMENTA LA NOTIZIA

10 e 11 agosto: Calici sotto la Torre a Oriolo dei Fichi (Ra)

A Oriolo dei Fichi (Ra) il 10 e l’11 agosto va in scena “Calici sotto la Torre”.

Nelle due serate, lungo i camminamenti dell’imponente Torre - che è stata rifugio per i bombardamenti durante la Seconda Guerra Mondiale - si potrà ammirare la volta stellata accompgnati dal Gruppo Astrofili Antares di Romagna e circondati dal fresco (si spera) del paesaggio agreste circonstante.




In entrambe le serate ci sarà un angolo degustazioni (con accesso contingentato, senza obbligo di prenotazione) e si potrà cenare alla carta con piatti della gastronomia locale sui tavoli disponibili o in modalità picnic portando da casa la propria coperta.

Per la cena ai tavoli all’aperto e per il pic nic è necessario prenotarsi a questo link: https://www.torredioriolo.it/calici-sotto-la-torre/....

L’evento segue la normativa della ristorazione all'aperto, sempre su prenotazione, senza obbligo di green pass (www.torredioriolo.it).



lunedì 5 luglio 2021

CHIUSE LE PRENOTAZIONI PER LE DUE SERATE DI APERTURA AL PUBBLICO IN OSSERVATORIO!

0 COMMENTA LA NOTIZIA

ATTENZIONE‼ AVVISO IMPORTANTE SULLE APERTURE DELL'OSSERVATORIO ASTRONOMICO DI MONTEROMANO!

 
QUESTE ULTIME SONO ANDATE SOLD OUT NEL GIRO DI POCHISSIME ORE, MA UN BUG DEL SISTEMA PERMETTE ANCORA DI EFFETTUARE LE PRENOTAZIONI.


Stiamo lavorando per risolvere il problema, ma nel frattempo dobbiamo annunciare che, dovendo mantenere l'impegno sul numero chiuso di partecipanti, SARANNO RITENUTE VALIDE SOLAMENTE LE PRENOTAZIONI PERVENUTE ENTRO LE 22:30 DI OGGI 5 LUGLIO 2021.


Ci scusiamo per l'inconveniente con chi si sia trovato nelle condizioni di prenotare, per poi ricevere questa "doccia fredda". 



 

 

Per il resto, non possiamo che ringraziare tutti coloro che si sono iscritti, facendoci sentire quanto forte è la voglia di godere delle meraviglie del cielo buio di Monte Romano, di guardare con i propri occhi dentro i telescopi, di lasciarsi ammaliare dagli appassionanti intrecci di trame e dai colpi di scena che caratterizzano la mitologia astronomica e di scoprire dozzine di aneddoti e curiosità su quei puntini luminosi (e su coloro che, prima di noi, hanno dedicato la vita alla loro osservazione) che, ogni notte da quando esiste il mondo, costellano la volta celeste, permettendo a quella (per noi familiare) ancestrale sensazione di meraviglia e stupore di pervadere le nostre coscienze, facendoci dimenticare. sia pure per breve tempo, le preoccupazioni quotidiane. Un enorme grazie va anche a coloro che, pur non essendo riusciti a prenotarsi, non ci hanno comunque fatto mancare il supporto e il sostegno. Sicuramente non mancheranno altre occasioni, in un futuro che ci auspichiamo sempre più prossimo!
 

Un'ultima raccomandazione per chi è riuscito a prenotarsi: per favore, se non potrete, per qualsiasi ragione, prendere parte alla serata prescelta, comunicatecelo via mail a gruppoantares@gmail.com: in questo modo, sarà possibile lasciare il vostro posto a qualcun altro!


Noi non vediamo l'ora di ricominciare! Grazie ancora di cuore a tutti, ci vediamo in osservatorio! 🌟🌟

 



24 LUGLIO E 14 AGOSTO RIAPRE L'OSSERVATORIO ASTRONOMICO DI MONTEROMANO!

0 COMMENTA LA NOTIZIA

Amici di Antares,
 

come preannunciato, ecco le due date delle aperture al pubblico dell'osservatorio astronomico di Monteromano. Vi ricordiamo che le serate saranno a numero chiuso e su prenotazione obbligatoria, naturalmente gratuita.


Le date:

 

1) 24 luglio, dalle 21 alle 23:30, "Cielo estivo con alba di Luna, Saturno e GiovePRENOTA CLICCANDO QUI;


2) 14 agosto, dalle 20:45 alle 23:30, "La Luna, i pianeti giganti e la Via LatteaPRENOTA CLICCANDO QUI.


Per partecipare sarà altresì necessario rispettare le regole previste per la sicurezza di tutti, ossia, in sintesi:


1) obbligatorio indossare la mascherina (chirurgica, FFP2 o FFP3) per tutto l’arco della serata, anche all’aperto; 

2) mantenere la distanza di almeno un metro dalle altre persone; 

3) presenza in cupola limitata a un massimo di quattro visitatori alla volta; 

4) seguire in ogni momento le indicazioni dei soci Antares che si occuperanno della gestione della serata.  


Mi raccomando, qualora non poteste più partecipare, siete pregati di inviare la disdetta via e-mail a gruppoantares@gmail.com (indicando nome, cognome e numero di prenotati), in modo da liberare il posto e consentire ad altri di partecipare alle serate!


Ci vediamo in osservatorio!


Il Gruppo Astrofili Antares

 


 


 

domenica 4 luglio 2021

0 COMMENTA LA NOTIZIA

 RITORNANO LE APERTURE AL PUBBLICO DELL’OSSERVATORIO ASTRONOMICO DI MONTE ROMANO!



Alla luce della evoluzione della situazione epidemica, abbiamo deciso che i tempi sono maturi per riaprire l’osservatorio al pubblico, per due serate speciali “a capienza ridotta”! Per evitare assembramenti eccessivi, infatti, le serate saranno a numero chiuso (50 persone) e su prenotazione, naturalmente gratuita, con le modalità che vi indicheremo contestualmente alle date. Ovviamente, per uno svolgimento ordinato e sicuro sarà necessario seguire alcune semplici regole, che saranno a breve esplicitate con dovizia di dettagli, ma che possiamo così riassumere: 1) obbligatorio indossare la mascherina (chirurgica, FFP2 o FFP3) per tutto l’arco della serata, anche all’aperto; 2) mantenere la distanza di almeno un metro dalle altre persone; 3) presenza in cupola limitata a un massimo di quattro visitatori alla volta; 4) seguire in ogni momento le indicazioni dei soci Antares che si occuperanno della gestione della serata.


Tenete quindi d’occhio la nostra pagina Facebook e i nostri altri mezzi di comunicazione istituzionali (blog, sito internet, newsletter) per gli aggiornamenti su date e modalità di prenotazione!

Noi non vediamo l’ora di tornare a farvi vedere le meraviglie che solo un cielo buio come quello di Monte Romano può offrire… e voi, siete pronti a venirci a trovare?

L’Associazione Antares

 

mercoledì 30 giugno 2021

Il cielo del mese: luglio 2021

0 COMMENTA LA NOTIZIA

 Diamo uno sguardo ai principali eventi astronomici del mese di luglio 2021!

Il Sole 
il Sole, fotografato da Michele Brusa
 
01 luglio: sorge alle 05:34
transita alle 13:17
tramonta alle 21:01
durata del giorno 15 ore e 27 minuti
distanza dalla Terra alle 12:00: 1.016662999 U.A.
 
15 luglio: sorge alle 05:44
transita alle 13:19
tramonta alle 20:54
durata del giorno 15 ore e 10 minuti
distanza dalla Terra alle 12:00: 1.016426475 U.A.
 
31 luglio: sorge alle 06
transita alle 13:20
tramonta alle 20:39
durata del giorno 14 ore e 39 minuti
distanza dalla Terra alle 12:00: 1.01504506 U.A
 
 
La Luna
 
La Luna, fotografata da Simone Zampilli
 
1 luglio, 10:21 - Luna all'ultimo quarto
 
5 luglio, 16:40 - Luna in apogeo (405.341,2 km)
 
9 luglio, h 14:24 - Luna nuova
 
17 luglio, h 00:55 - Luna al primo quarto
 
21 luglio, h 12:11 - Luna in perigeo (km)
 
23 luglio, h 17:44 - Luna piena
 
25 luglio, h 6:44 - Luna in perigeo (364.520,5 km)
 
31 luglio, h 2 - Luna all'ultimo quarto
 
 
I pianeti
 
Mercurio - Il pianeta Mercurio sarà in massima elongazione Ovest il 4 luglio, rendendosi avvistabile a Est, poco prima dell'alba, per poi dare il via alla sua parabola discendente verso il Sole, rendendosi in breve tempo e per tutto il resto del mese totalmente inosservabile.
Il 15 del mese, a mezzogiorno, disterà dalla Terra circa 1,083 U.A. (162.014.493,968 km);
 
Venere - Venere sarà osservabile facilmente ad Ovest, appena dopo il tramonto, lungo tutto il corso del mese di luglio.
Il 15 del mese, a mezzogiorno, disterà dalla Terra circa 1,416 U.A. (211.830.584,911 km);
 
Terra - Questo mese citiamo la Terra poiché il 6 luglio, a 00:28 ora italiana, sarà in afelio, cioè nel punto di massima distanza dal Sole nella sua orbita, a 1,017 U.A. ( = 152.141.034,502 km)
 
Marte - Durante luglio dovremo accingerci a salutare il Pianeta Rosso, che anticiperà ogni giorno il suo tramonto, abbassandosi sull'orizzonte sera dopo sera fino a diventare, alla fine del mese, quasi inosservabile.
Il 15 del mese, a mezzogiorno, disterà dalla Terra circa 2,496 U.A. (373.396.285,267 km);
 
Giove - Il Gigante gassoso anticipa costantemente il suo sorgere, rendendosi visibile, nella seconda parte del mese, già nella prima parte della notte.
Il 15 del mese, a mezzogiorno, disterà dalla Terra circa 4,195 U.A. (627.563.067,587 km);
 
Saturno - Anche Saturno anticipa progressivamente il suo sorgere, sorgendo non molto tempo prima di Giove e rendendosi, nella seconda parte del mese, ben osservabile anche durante la prima parte della notte.
Il 15 del mese, a mezzogiorno, disterà dalla Terra circa 8,963 U.A. (1.340.845.715,084 km);
 
Urano - Urano anticiperà quotidianamente il suo sorgere e sarà osservabile al telescopio prima dell'alba.
Il 15 del mese, a mezzogiorno, disterà dalla Terra circa 20,09 U.A. (3.005.421.222,363 km);
 
Nettuno - Il pianeta Nettuno appare in cielo ad Est/Sud-Est, anticipando la sua levata giorno dopo giorno: possibile osservarlo al telescopio nelle ore che precedono l'alba, in condizioni di buio ottimale.
Il 15 del mese, a mezzogiorno, disterà dalla Terra circa 29,402 U.A. (4.398.476.594,321 km).
 
 
Congiunzioni
 
Congiunzione tra Giove (a sinistra) e Venere (a destra) del Giugno 2015. Foto di Alfredo Lolli e Matteo Reggidori.
 
 -12 luglio, h 21 - Congiunzione Luna-Venere-Marte;


 
 -13 luglio, h 21 - Congiunzione Venere-Marte;


 
-24 luglio, h 23 - Alba di Luna con Saturno;


 
 -25 luglio, h 23:00 - Alba di Luna con Giove.


  
Sciami meteorici con picco d'intensità nel mese di luglio  
Ecco gli sciami meteorici attivi nel mese di luglio, divisi tra quelli che durante il mese mostrano il loro picco e quelli che pur non avendo in questo mese il picco presentano comunque una qualche attività. Per maggiori informazioni, potete consultare la apposita rubrica UAI curata della Sezione Meteore, a questo link: https://meteore.uai.it/sciami/2021/lug2021.htm
 
1) Vulpeculidi: attivo tra il 30 giugno ed il 13 luglio, con picco atteso la notte del 4 luglio;
2) Gamma Draconidi (Draconidi di luglio): sciame irregolare attivo dall'01 al 24 luglio, con picco che sarà il 7 luglio;
3) Pegasidi: sciame attivo dal 29 giugno al 13 luglio, con picco il 10 luglio;
4) Beta/Sigma Capricornidi: sciame attivo dal 16 giugno al 31 luglio, con picco il 12 luglio;
5) Aquilidi di luglio: sciame irregolare attivo dal 28 giugno al 5 agosto, con picco atteso il 17 luglio;
6) Omicron Draconidi: sciame irregolare, attivo dal 7 luglio al 31 luglio, con picco il 18 luglio;
7) Alpha/Psi Cignidi: sciame irregolare e abbastanza imprevedibile attivo dal 1 al 31 luglio, con picco il 19 luglio;
8) Beta Cassiopeidi (Cassiopeidi di luglio): sciame di origine cometaria attivo dal 12 al 23 luglio, con picco il 21 luglio;
9) Cignidi (segnalata dall'UAI): sciame di origine cometaria attivo dal 18 luglio al 4 agosto, con picco il 27 luglio;
10) Piscidi Australi: sciame attivo dal 15 luglio al 10 agosto, con picco il 27 luglio;
11) Gamma Draconidi: sciame attivo dal 21 luglio al 2 agosto, con picco il 28 luglio;
12) Delta Acquaridi sud: sciame attivo dal 12 luglio al 19 agosto, con picco il 28 luglio;
13) Gamma Delfinidi (Delfinidi di luglio): sciame attivo dal 21 luglio al 13 agosto, con picco il 28 luglio;
14) Alpha Andromedidi: sciame attivo dal 20 luglio al 7 agosto, con picco il 31 luglio.
 
Altri sciami meteorici che hanno già raggiunto/devono ancora raggiungere la massima intensità sono costituiti da:
 
1) Aquilidi di giugno: dal 1 giugno al 20 luglio, con picco il 16 giugno; 
2) Lambda Sagittaridi: dal 1 giugno al 16 luglio, con picco il 20 giugno;
3) Rho Sagittaridi: dal 15 giugno all'8 luglio, con picco il 28 giugno;
4) Tau Acquaridi: dal 19 giugno al 5 luglio, con picco il 29 giugno;
5) Alfa Capricornidi: dal 7 luglio al 29 agosto, con picco il 1 agosto;
6) Iota Acquaridi sud: dal 15 luglio al 25 agosto, con picco il 4 agosto;
7) Beta Cetidi: dal 19 luglio al 14 agosto, con picco il 4 agosto;
8) Delta Acquaridi nord: dal 23 luglio al 25 agosto, con picco il 9 agosto;
9) Perseidi: dal 15 luglio al 24 agosto, con picco il 12 agosto;
10) Iota Acquaridi nord: dal 19 luglio al 10 settembre, con picco il 26 agosto.
 
Appuntamenti con il Gruppo Astrofili Antares: 
 
L'osservatorio è ancora chiuso al pubblico, ma ci sono possibili sviluppi nel brevissimo termine! Controllate i nostri social per eventuali aggiornamenti!
 
 
Carte del cielo del mese di luglio 
 il cielo del 01 luglio, alle ore 23
 
Il cielo del 15 luglio, alle ore 23