martedì 27 gennaio 2015

Collimazione e foto a monteromano

Il tuo giudizio : 
0 COMMENTA LA NOTIZIA
Serata di "lavori" ieri a monte romano.
Con la consueta voglia di fare esperimenti fotografici , con l'attrezzatura mia e di Matteo, ieri sera mi sono recato in osservatorio , nonostante il freddo e la luna , piuttosto invasiva .
Avevo in mente di migliorare le ultime foto delle pleiadi , allungando esposizione e scatti , poi sarei andato a ruota libera , alla ricerca di un oggetto....( paradossale eh )
In prima serata , vengo raggiunto da Enrico , il diretur , giunto in osservatorio con l'intenzione , lodevole , di collimare le ottiche bisognose del telescopio in cupola .
Nel mezzo dei lavori , Enrico , si ricorda della cometa ( Lovejoy C2014 Q2 ) , e mi invita caldamente a puntarla per un occhiata e perché  no, fotografarla...ma il mio occhio non la scorge , cosi , senza esitare , quasi a occhi chiusi , Enrico la punta .
Inizia cosi una veloce sessione fotografica... ( io volevo le Pleiadi ) , nel mentre ci raggiunge Diletta , che si butta in cupola a guardare e fotografare la cometa con Enrico .
Io intanto inizio gli scatti alle pleiadi e in cupola , dopo la cometa , proseguono i lavori di collimazione del telescopio , ma ora c'è l'aiuto della Dilly.
...Per farla breve....a newton collimato , Rigel , la stella beta di Orione , era bellissima e si palesava con la sua compagna nitida e luminosa .
La prova del nove per la buona riuscita della collimazione del cassegrain , era Giove ,  che si stagliava dominante nel cielo freddo e ventilato di ieri ...
Casualmente , giove si presentava con la macchia rossa ben visibile in primo piano e la fine dell'occultazione di io , che pian piano si mostrava quasi venir fuori dal gigante pianeta gassoso .
Ma ecco gli scatti di ieri. In sequenza , le Pleiadi , la cone nebula o ngc 2264 , la cometa lovejoy e Giove .
Buona visione .

60 foto da 1 min  800 iso newton 200-800 Sony a 57
 
60 foto da 1 min  800 iso newton 200-800 Sony a 57
 5 scatti da 20 sec 800 is0 newton 200-800 Sony a 57
Somma di 400 scatti a 0.05 sec , ccd atik telescopio Diemme 50 cm
Somma di 600 scatti a 0.05 sec , ccd atik telescopio Diemme 50 cm
Somma di 400 scatti a 0.05 sec , ccd atik telescopio Diemme 50 cm



Saluti a tutti e grazie ad Enrico e Diletta per il lavoro "sporco" della collimazione
Alfredo

venerdì 23 gennaio 2015

Scatti dalla serata pubblica in osservatorio

Il tuo giudizio : 
5 COMMENTA LA NOTIZIA
La meravigliosa stellata con cometa , di sabato scorso , ha visto me e Matteo impegnati nel piazzale dell'osservatorio  a scattare fotografie . Cosi , mentre gli altri soci intrattenevano in cupola e nella sala panoramica il numeroso pubblico accorso , noi ci siamo dedicati alla fotografia , con i nostri strumenti  e la compagnia vai e vieni , della gente incuriosita dal nostro fare .
Ovviamente la protagonista assoluta della serata è stata la famosissima cometa Lovejoy C2014 Q2 ,  ma abbiamo avuto modo di immortalare altri splendidi oggetti dell'ineguagliabile cielo invernale .
Di seguito vi proponiamo il risultato della nostra passione stellare .

La cometa Lovejoy C2014 Q2 ( somma di 5 scatti al newton 200-800 , reflex Sony a 57 )
La maestosa nebulosa di Orione o M42 ,  più Ngc 1977 ( somma di 46 scatti al newton 200-800 ,reflex Sony a 57 )
Le brillanti Pleiadi , nel toro . ( somma di 30 scatti al newton 200-800 ,reflex Sony a 57 )
L'affascinante nebulosa fiamma o Ngc 2024 con la brillante Alnitak in Orione . ( somma di 28 scatti al newton 200-800 , reflex Sony a 57 )
Le galassie del grande carro M 81-M 82. ( somma di 35 scatti al newton 200-800 ,reflex Sony a 57 )
M1 , resto di supernova nel toro (ccd su rifrattore+riduttore 444mm , 5 foto da 4 min per 3 filtri RGB)

E in fine della nostra carrellata fotografica, ancora la cometa( somma di 50 foto a 1600 iso con obbiettivo 200mm F/4 , allineamento Deep sky stacker .


Saluti a tutti e cieli sereni
Alfredo & Matteo

lunedì 19 gennaio 2015

Splendida serata con cometa Lovejoy all'Osservatorio

Il tuo giudizio : 
1 COMMENTA LA NOTIZIA
Vorrei ringraziare tutti i presenti ieri sera all'Osservatorio di Monteromano, soci e visitatori che sono stati protagonisti di una splendida serata di Astronomia!


Complice un cielo magnifico, abbiamo avuto la possibilità di osservare la cometa Lovejoy 2014 Q2, di ammirare la nebulosa di Orione M42, e di avere una splendida visione del pianeta Giove, veramente notevole dall'oculare del telescopio Diemme.


Che dire bellissima serata, conclusa poi a "porte chiuse" con una sessione fotografica sulla bellissima cometa, che vi allego come ricordo di questa eccezionale apertura straordinaria!

Enrico Montanari



sabato 17 gennaio 2015

Cometa Lovejoy, e non solo, Domenica 18 all'Osservatorio

Il tuo giudizio : 
0 COMMENTA LA NOTIZIA
Siete tutti invitati alla magnifica serata di domani sera, Domenica 18 gennaio 2015,
per vedere la Cometa Lovejoy C/2014 Q2,

L'ammasso M45 delle PLEIADI
fotografato dall'osservatorio

che si troverà nelle vicinanze dell'ammasso aperto delle Pleiadi (M45)  
nella costellazione del Toro. 

Dalle ore 19 l'osservatorio metterà  a disposizione dei visitatori i propri strumenti, per osservare questa luminosa cometa che ha raggiunto la magnitudine 3,8, quindi visibile anche occhio nudo! 

Le foto che vedete sono state scattate con il telescopio più "piccolo" dell'osservatorio, il rifrattore da 102 mm di focale 400 mm. 

La chioma della cometa è chiaramente visibile ad occhio nudo, la coda probabilmente sarà percettibile solo con un buon binocolo!

LOVEJOY 2014 Q2
fotografata dall'osservatorio



Oltre alla cometa sarà l'occasione di vedere alcuni tra gli oggetti più belli del cielo, quelli invernali, che non possono essere mostrati durante le serate estive. 

Guarderemo l'ammasso delle Pleadi (vedi foto sopra scattata dall'osservatorio), un gruppo di stelle giovanissime, caratteristiche per il loro colore blu elettrico, avremo la possibilità di vedere una delle nebulose più belle del cielo.

Vedremo anche M42 la nebulosa d'Orione (vedi foto sopra scattata dall'osservatorio), e vedremo anche il fantastico pianeta Giove (foto Alfredo Lolli) che si sta alzando giorno dopo giorno ad est.



Considerato il tempo previsto, sereno e assenza di vento, è una ghiotta occasione per esplorare il cielo di inverno, e scoprire i suoi tesori come mai avete avuto possibilità di vedere!

Vi aspettiamo numerosi!!! (Ingresso offerta libera)

venerdì 16 gennaio 2015

SERATA LAST MINUTE IN OSSERVATORIO! DOMENICA 18 GENNAIO

Il tuo giudizio : 
0 COMMENTA LA NOTIZIA
ATTENZIONE !!!

SERATA "LAST MINUTE"
APERTA AL PUBBLICO

IN OSSERVATORIO A MONTEROMANO PROGRAMMATA PER 

DOMENICA 18 GENNAIO (SERA) 
dalle ore 19:00 i soci Antares saranno in osservatorio
 
PER OSSERVARE LA COMETA LOVEJOY !

EVENTUALI AGGIORNAMENTI IN MERITO VERRANNO PUBBLICATI SU QUESTO BLOG !!!



giovedì 15 gennaio 2015

Massima luminosità per la Cometa Lovejoy

Il tuo giudizio : 
0 COMMENTA LA NOTIZIA
Questa è una buona settimana per guardare la Cometa Lovejoy che sta raggiungendo la massima luminosità proprio a metà del mese di Gennaio. Gli osservatori affermano che la cometa è ormai splendente come una stella di magnitudine 3,8.  

In altre parole, si tratta di un obiettivo facile per binocoli e anche visibile ad occhio nudo da siti dark-sky cioè senza inquinamento luminoso. Tanto per darvi un'idea aggiornata a Mercoledì sera (ieri), Ehsan Rostamizadeh di Bidkhoun, Iran, ha fotografato il passaggio della cometa sotto alle Pleiadi.

Questa immagine offre agli osservatori appassionati un punto di riferimento molto facile: Se si riescono a vedere le Pleiadi, probabilmente si può vedere anche la cometa.


Lunedì scorso appariva molto evidente con un binocolo 20x60 ed era molto intensa per quanto "batuffolosa" nel suo insieme :-)

Ricordatevi che i colori non si possono percepire ad occhio nudo (la visione resta quindi come un "bianco e nero") e che invece possono essere rilevati eseguendo una foto, anche senza telescopio di inseguimento (20"-30" di posa max) tuttavia in assenza di inseguimento non sarà possibile immortalare la coda.

Comet C/2014 Q2 Lovejoy 14/01/2015 Date: 14 01 2015 UT 22h20m
Gerald Rhemann from: Weienkirchen, Lower Austria
Telescope: ASA H8 f 2.9
Camera: FLI PL 6803
Mount: ASA DDM60
Exposure time: L 3x200 seconds
Un telescopio puntato sulla cometa Lovejoy rivela infatti una coda fantastica, lunga ben oltre 10°. Gli osservatori più continuativi segnalano dinamiche notevoli nell'evoluzione: all'inizio di questo mese, una tempesta magnetica ha causato un "evento di disconnessione" e un "blob" di plasma nella coda della cometa alterando la lunga struttura gassosa. Ogni volta che un colpo di vento solare o una CME colpisce la coda della cometa, accade qualcosa di interessante. Per monitorare gli sviluppi, consultare le classiche finder-maps della Cometa Lovejoy pubblicate da Sky & Telescope. Inoltre anche il Minor Planet Center ha pubblicato le effemeridi per il puntamento più accurato dei telescopi.

martedì 13 gennaio 2015

Spettacolari effetti di luce fotografati il 9 gennaio 2015

Il tuo giudizio : 
0 COMMENTA LA NOTIZIA
A volte la natura genera effetti incredibili che solo potendoli ammirare personalmente si possono ritenere possibili. All'alba dello scorso 9 gennaio un fortunato quanto attento osservatore ha potuto scattare questa straordinaria immagine immortalando contemporaneamente una serie di effetti ottici decisamente rari quanto spettacolari.


(Joshua Thomas/NWS Amarillo)
L'immagine non contiene artefatti o elaborazioni ma rappresenta quanto era possibile vedere anche a occhio nudo (seppure potesse risultare un pò meno accentuata la colorazione rispetto all'immagine).

La spiegazione di quanto inquadrato è nell'immagine successiva. Decisamente notevole come immagine, anche il paesaggio contribuisce a creare un'atmosfera da effetti speciali e aggiunge fascino allo straordinario momento.
 
Le spiegazioni di questi stupendi effetti le potete approfondire consultando il sito al quale già in passato abbiamo fatto riferimento e del quale trovate il link su antaresnotizie oppure cliccando qui :

http://www.atoptics.co.uk/

Contiene un'enorme quantità di informazioni e di esempi di quanto sia possibile cogliere nelle più svariate e diverse condizioni effetti ottici e particolarità degne di essere documentate e conosciute anche per non alimentare ipotesi poco scientifiche che continuano a imperversare nonostante si possa ritenere di vivere in una civiltà moderna. Gustatevi l'immagine e allertate i vostri sensi alla ricerca di queste particolarità delle quali molte possono essere colte anche alle nostre latitudini, a seconda delle occasioni e delle condizioni meteo.