martedì 7 luglio 2015

Due aziende italiane per il telescopio più grande del mondo!

Il tuo giudizio : 
0 COMMENTA LA NOTIZIA
L'ESO (Osservatorio astronomico europeo) ha commissionato la costruzione di un telescopio con un apertura dello specchio primario di ben 39 metri, che quando sarà realizzato frantumerà il record attuale di 11 metri del SALT (Southern Africa Large Telescope), e ci sono due aziende italiane pronte ad occuparsi della costruzione di una parte di questo colosso, dal costo di 800 milioni di euro, che prenderà il nome di EELT (European Extremely Large Telescope, un nome parecchio esplicativo!).
Le due aziende in questione, che hanno battuto la concorrenza di veri e propri giganti del settore, sono la Microgate di Bolzano (pensate, con appena 35 dipendenti), che svilupperà tutta la parte tecnologica del progetto, mentre ai supporti meccanici penserà l'azienda Ads di Lecco.

Il logo dell'European Southern Observatory, che ha
commissionato la costruzione del telescopio più grande
del mondo cui collaboreranno due aziende italiane
Come è possibile creare uno specchio così grande, visto che il limite tecnologico per la costruzione di un singolo specchio arriva a 8 metri?

L'idea è stata quella di creare tanti specchi di forma esagonale e andare con essi a formare un unico grande specchio composito: tale tecnologia è stata usata per la realizzazione degli attuali telescopi più grandi del mondo, e sarà utilizzata anche per l'EELT.

Un telescopio così tanto grande deve tenere conto di contrastare le turbolenze atmosferiche che causano distorsione e degradazione delle immagini riflesse: per questo è necessario occuparsi di un sistema che consenta al telescopio di riflettere un immagine "pulita" dell'oggetto osservato: è per questo che si sono studiate le "ottiche adattive", un sistema cioè che, senza addentrarci nei tecnicismi, consente la deformazione degli specchi a seconda delle turbolenze atmosferiche presenti in quel preciso momento, in modo da annullarle e da consentire una vista perfetta.

Ed è proprio alle ottiche adattive che stanno lavorando le nostre Microgate e Ads: sarà grazie al lavoro di precisione di queste due aziende nostrane se tra qualche anno l'EELT ci regalerà immagini da sogno.

Il super telescopio sarà installato in Cile, sul Cerro Armazones, una montagna alta 3064 metri in pieno deserto di Atacama, un luogo dove ogni anno vi sono circa 350 notti completamente serene, dove non piove praticamente mai e priva di inquinamento luminoso: non è un caso che anche il complesso di telescopi chiamato VLT (Very Large Telescope) si trovi anch'esso nei paraggi, sul Cerro Paranal.

Il completamento del telescopio è previsto per il 2017 ma potrebbero esserci dei ritardi: in ogni caso quando entrerà in funzione ci regalerà, stando ai ricercatori dell'ESO, immagini dell'universo visibile con risoluzione migliore di quella fornitaci dal telescopio spaziale Hubble, e sarà in grado di studiare le atmosfere degli esopianeti, cioè dei pianeti "extrasolari" che orbitano intorno ad una stella diversa dal nostro Sole.

Ecco il trailer ufficiale del EELT caricato dall'ESO:

video



La Microgate è in lizza per ottenere la commessa per un altro telescopio gigante, il GMT (Giant Magellan Telescope), dal diametro di 25,4 metri e sempre in Cile, e le facciamo i migliori auguri, possa portare alto il nome delle aziende italiane nel mondo!

Nel frattempo, potete restare aggiornati sulle condizioni del EELT direttamente dal sito dell'ESO: https://www.eso.org/public/teles-instr/e-elt/

Mentre questo è la parte del sito della Microgate dedicata al progetto, in lingua inglese:  http://www.microgate.it/Engineering/Home?lang=en-US

venerdì 3 luglio 2015

Apertura Osservatorio del 4 LUGLIO !

Il tuo giudizio : 
0 COMMENTA LA NOTIZIA
2015 ANTARES SEASON !!!
NUOVE Occasioni da non perdere per nessun motivo !
DALLE ore 20.30 alle 24:00
(Per chi vuole gustare anche un panorama interessante meglio arrivare prima che dopo, è consentito di cenare al sacco per chi vuole)
PRESSO OSSERVATORIO ASTRONOMICO DI MONTE ROMANO - BRISIGHELLA


SABATO 4 LUGLIO 2015
 

mentre in pianura si bollirà nell'afoso caldo estivo...

sottotitolo e attività osservativa della serata :
Il Bacio di Venere e Giove,
Saturno e i suoi anelli, il cielo d'estate e... al termine la Luna che sorge dall'Adriatico. 


ATTENZIONE :
Non dimenticate mai le raccomandazioni per l'abbigliamento!


Anche se è previsto sereno e caldo in pianura, in osservatorio bisogna essere sempre attrezzati!!!


NON SCORDATE DI PRELEVARE IL CALENDARIO E DISTRIBUIRLO!
Su ANTARESNOTIZIE.BLOGSPOT.COM trovate il calendario 2015 e le indicazioni (pdf) !!!

http://www.gruppoantares.com/antares/calendario_osservatorio_2015.pdf

giovedì 2 luglio 2015

Congiunzione Venere-Giove a Monteromano

Il tuo giudizio : 
0 COMMENTA LA NOTIZIA
L'evento era uno di quelli da non perdere .La data segnata in rosso nel calendario da tempo . Gli occhi di tutto il mondo astronomico e non , pronti per ammirare la super congiunzione tra i due astri più brillanti .
Lunghi ed elaborati i  preparativi e lo studio per la migliore configurazione visual-fotografica .
Finalmente è la serata tanto attesa .
Arrivati in osservatorio intorno alle 19 , io e Matteo , ci affrettiamo a sistemare le nostre attrezzature
nel piazzale .
Scattando foto con reflex e CCD al fuoco di un C8, di un rifrattore 100mm , di un astrografo F4 e dal newton dell'osservatorio , 50 cm ,  eravamo piuttosto speranzosi di riuscire in un buon lavoro .
Calato il sole , con un sempre magico tramonto , inizia lo show dei due pianeti , che hanno deliziato i nostri occhi , come quelli di alcuni avventori incuriositi .
Qui di seguito , vi proponiamo solo due di centinaia di scatti effettuati .
il primo al fuoco del newton 50 cm ( si notano le bande  Gioviane )
Il secondo , a mano libera con una reflex , con voluta sovraesposizione .

Cieli sereni
Alfredo e Matteo

mercoledì 1 luglio 2015

Eventi astronomici di Luglio 2015

Il tuo giudizio : 
0 COMMENTA LA NOTIZIA
Questi i principali eventi astronomici di Luglio

LUNA :

2 Luglio : ore 04:21 Luna piena ( distanza dalla terra 372.635 km )
5 Luglio : ore 21:14 Luna al perigeo ( distanza dalla terra 367.084 km )
8 Luglio : ore 22:27 Ultimo quarto ( distanza dalla terra 373.313 km )
16 Luglio : ore 03:26 Luna nuova ( distanza dalla terra 395.175 km )
21 Luglio : ore 12:35 Luna all'apogeo ( distanza dalla terra 406.310 km )
24 Luglio : ore 06:05 Primo quarto ( distanza dalla terra 405 131 km )
31 Luglio : ore 12:45 Luna piena ( distanza dalla terra 370.606 km )
IL SOLE :
1 Luglio , sorge alle 05:38
tramonta alle 20:49
durata del giorno 15 h 11 minuti
15 Luglio , sorge alle 05:48
tramonta alle 20:44
durata del giorno 14 h 56 minuti
31 Luglio . sorge alle 06:02
tramonta alle 20:30
durata del giorno 14 h 28 minuti
Sciami meteorici :
28 luglioDelta Acquaridi
Corpo progenitore: sconosciuto. Date attive: dal 15 luglio al 19 agosto.
ZHR massimo: 16-20 meteore/ora. Il 28 Luglio ( data del picco ) la luna sarà crescente , con una fase già al 90%.
PIANETI :
Mercurio : visibile ad inizio mese , prima dell'alba , in direzione est . Il 2 Luglio anticipa il sole di 1 h e 20 minuti circa .  In pochi giorni , Mercurio si riavvicina al Sole, fino alla congiunzione del  23. A fine mese Mercurio torna visibile nel serale , restando tutta via difficoltoso , vista la sua bassa elevazione sull'orizzonte .
Venere :inizio mese con il botto per l'inospitale pianeta roccioso , spettacolare congiunzione con Giove il primo luglio , visibile sull'orizzonte ovest , poco dopo il tramonto . Poi in pochi giorni , l'altezza di Venere sull'orizzonte , calerà drasticamente . A fine mese , il brillante pianeta , tramonta mezz'ora dopo il sole , circa. 
Marte : Riappare al mattino presto , restando comunque molto basso sull'orizzonte orientale . Difficilissimo da scorgere . 
Attraversa la costellazione dei gemelli  . 
Giove : Si sposta nella costellazione  del leone , in compagnia di Venere . Anche per il gigante gassoso è arrivato il momento dell'arrivederci . A fine mese si perderà basso , tra le luci del crepuscolo . 
Saturno : Culmina a sud , appena il buio prende il sopravvento . Lo si trova facilmente al confine tra la bilancia e lo scorpione . Tramonta nelle ore centrali della notte . 
Urano :  anticipa il suo sorgere  , fino a comparire , a fine mese , intorno alla mezzanotte , a est . Sarà perciò osservabile nella seconda parte della notte . Sempre consigliabile un telescopio , per scorgerlo al meglio , essendo poco luminoso . Sosta ancora nella costellazione dei pesci . 
Nettuno : Sorge in tarda serata , ed è rintracciabile a sud est , nella costellazione dell'acquario . Culmina prima dell'alba . Osservabile con l'ausilio di u u telescopio , data la scarsa luminosità .
Configurazioni da non perdere :
1 Luglio  ore 10:08 : Venere in congiunzione con Giove 
Straordinario incontro serale ( da non perdere ) , tra i due pianeti più luminosi . Già bassi , dopo il tramonto , verso sud-ovest , i due pianeti tramonteranno a braccetto .
18 Luglio : Congiunzione Luna-Giove . Una sottilissima falce di luna crescente , andrà tramontando  in direzione ovest , in compagnia del gigante gassoso . "Spettatori" di questa bella congiunzione , Regolo ( alpha Leone ) e Venere .

26 Luglio ore 11:15 , congiunzione Luna - Saturno : Il nostro satellite , al 66% , trascorrerà la serata e parte della notte , in compagnia dell'anellato . Sosterranno nella bilancia , andando a tramontare insieme , nella seconda parte della notte , in direzione sud-ovest .


  
   

Alfredo e Angelo 














martedì 30 giugno 2015

Oggi il giorno durerà di più!

Il tuo giudizio : 
0 COMMENTA LA NOTIZIA
Oggi 30/06/2015 la giornata sarà più lunga.

Se vi siete lamentati di come le giornate siano sempre troppo brevi, che il tempo vi sfugge e non basta mai, sarete felici di sapere che la giornata di oggi durerà... ben un secondo in più!

Infatti dopo le 23:59:59, prima della mezzanotte e dell'inizio di un nuovo giorno, ci saranno le 23:59:60!

Stanotte avremo le 23:59:60 prima della 00:00:00 del primo Luglio


Come mai?

Un giorno ha 24 ore, cioè 86400 secondi, misurato con precisione da orologi atomici precisissimi, più precisi ancora del movimento di rotazione della Terra intorno al proprio asse, dato che il nostro pianeta non ha una distribuzione di massa uniforme, uniformità ostacolata dall'attività geologica, vulcanica e atmosferica, e subisce rallentamenti a causa della forza gravitazionale della Luna e soprattutto del Sole, che fanno si che in realtà ogni giorno sia lungo 86400.002 secondi, cioè 2 millisecondi più lunghi del "dovuto"

Gli scienziati misurano il tempo di rotazione della Terra tramite un sistema complesso di interferometri chiamato VLBI (Very Long Baseline Interferometry) che osserva i quasars che grazie alla loro incredibile luminosità e sostanziale fissità nella loro posizione, sono ottimi punti di riferimento.
Il tempo scorre, ma la Terra segue i suoi particolari ritmi!

Questo evento non è così raro come potreste pensare: l'ultima volta è stato il 30 Giugno del 2012, mentre nel 1972 ce ne sono stati addirittura 2! L'altro giorno solitamente deputato a questa aggiunta è il 31 dicembre: dal 1971 ad oggi ben 15 volte, l'ultima delle quali il 31/12/2008: probabilmente senza saperlo avete stappato gli spumanti un secondo prima del dovuto!

Se pensate che un secondo non sia poi questa gran cosa, mi limito a citare l'articolo del Sole 24 Ore a firma dell'astronomo Leopoldo Benacchio: ogni secondo "4.3 persone nascono e 1.8 muoiono, 16,26 sono i km percorsi dalla sonda New Horizon verso Plutone, 7700 i metri percorsi dalla ISS attorno alla Terra, 29,800 i km percorsi dalla Terra attorno al Sole, 230 i chilometri percorsi dal sistema solare attorno al centro della Galassia, 299.792 i km percorsi da un fotone, la particella elementare della luce".

Per cui, pensate attentamente a come sfruttare al meglio questa grande opportunità!

Congiunzione Venere-Giove! Occhi all'insù!

Il tuo giudizio : 
0 COMMENTA LA NOTIZIA
Stasera serata "speciale", da passare con lo sguardo all'insù per godere di questo particolare evento astronomico: se ve lo perderete, dovrete aspettare il primo Marzo 2023 per poter vedere uno spettacolo simile!

Non appena il Sole sarà disceso sotto l'orizzonte infatti potremo vedere come i due pianeti Venere e Giove, che di sera in sera si stavano venendo incontro, saranno vicinissimi tra loro nel cielo notturno.

Il fenomeno visto come dovrebbe apparire a occhio nudo: sotto Giove, indicato nell'etichetta, si staglia luminosissimo il pianeta Venere

Di fatto vedrete Venere, sempre luminosissimo, con Giove "appiccicato" sopra, con una distanza angolare inferiore a un terzo di grado d'arco (cioè meno della metà del diametro della Luna piena!), distanza che però è solo apparente: Venere infatti dista da noi 77,4 milioni di chilometri, mentre Giove è a ben 908,7 milioni di chilometri da noi.
Con un binocolo riuscirete pertanto a vedere i due pianeti vicini, senza dover spostarvi: in un colpo solo ben 6 corpi celesti:
Mentre Giove, essendo posizionato al di là della Terra è completamente illuminato, il pianeta "interno" (cioè tra la Terra e il Sole) Venere presenterà uno spicchio illuminato del 34% che andrà assottigliandosi di giorno in giorno: ma la cosa interessante è che la superficie del pianeta ci apparirà di giorno in giorno maggiore avvicinandosi sempre di più alla Terra. Stasera raggiungerà una magnitudine di -4,5, risultando per questo luminosissimo; Giove invece si attesterà su una magnitudine di -1,3.

Ecco come appariranno i due pianeti visti con un piccolo telescopio / un grande binocolo: si possono apprezzare le quattro lune galileiane di Giove (da sinistra verso destra: Ganimede, Giove, Io, Europa e Callisto)


Potremo godere questo particolare fenomeno a partire da stasera, e nei prossimi giorni vedremo il "sorpasso" di Giove che si porterà alla destra di Venere nel cielo notturno, per allontanarsi reciprocamente giorno dopo giorno.

Ricordo che noi del gruppo astrofili Antares dedicheremo una serata aperta al pubblico presso l'osservatorio astronomico di Monteromano SABATO 04 LUGLIO proprio a questa rara congiunzione, e siete tutti quanti invitati a partecipare!

Qui la pagina Facebook dedicata all'evento: https://www.facebook.com/events/1439820206327031/

Condividetela e invitate i vostri amici, noi vi aspetteremo in osservatorio!

E mi raccomando stasera.... tutti con gli occhi all'insù!


Oggi è l'Asteroid Day!

Il tuo giudizio : 
0 COMMENTA LA NOTIZIA
Oggi 30 giugno 2015 è il primo Asteroid Day, giornata utile a sensibilizzare l'opinione pubblica sulla necessità di potenziare -di almeno 100 volte secondo la petizione fulcro della campagna di Asteroid day- lo studio dei cosiddetti NEO (Near Earth Objects, corpi celesti vicini alla Terra).
Oggetto dell'Asteroid day è la firma da parte del maggior numero di persone possibili della suddetta petizione, in cui si sostiene che nel nostro Sistema Solare esistono approssimativamente un milione di asteroidi che, se colpissero la Terra distruggerebbero intere città, ma che al momento ne conosciamo soltanto 10.000, solamente l'1% circa del totale! Per questo si richiede una forte accelerazione della ricerca e dello studio di questi oggetti pericolosissimi per la nostra sopravvivenza, fino a scoprirne il maggior numero possibile entro 10 anni, in modo da cercare di prevenire il più possibile il rischio di catastrofi improvvise.



Alla petizione hanno aderito personalità di spicco del mondo della scienza e non solo: vale la pena citarne solo alcuni: Lord Martin Rees (astronomo reale nonché presidente della Royal Society), Kip Stephen Thorne (professore di fisica teorica al CIT, noto ai più per aver elaborato alcune delle teorie alla base del film premio Oscar "Interstellar"), Jim Lovell (comandante della missione Apollo 13 e del modulo di comando e servizio dell'Apollo 8), Alexei Leonov (primo uomo a "passeggiare" nello spazio), Carolyn Shoemaker (astronoma e co-scopritrice della cometa Shoemaker-Levy), Richard Dawkins (biologo ed etologo di fama mondiale), Bill Nye (divulgatore scientifico americano), Brian May (che oltre ad essere noto per la sua carriera da cofondatore e chitarrista dei Queen è anche un astrofisico), ed altre decine tra astronauti, scienziati, divulgatori e persone del mondo dello spettacolo interessate a dare visibilità a questa manifestazione (tra cui per esempio Peter Gabriel!).

La scelta di far cadere quest'evento proprio il 30 Giugno non è stata casuale: il 30 Giugno 1907 nelle vicinanze del fiume siberiano Podkammenaja Tunguska un oggetto (è ancora dibattuto se si sia trattato di un asteroide o di una cometa, anche se non manca chi ha teorizzato sia stato uno scontro con un blocco di antimateria) esploso a 5-10 km di distanza dal suolo ha prodotto un bagliore visibile fino a 700 km di distanza, il rumore fino a 1000 km, che causò l'abbattimento di circa 60-80 milioni di alberi su una superficie di 2.150 chilometri quadrati: pensate che l'onda d'urto fece anche quasi deragliare alcuni convogli della Transiberiana a 600 km di distanza, e a Londra, pur essendo mezzanotte circa, si poteva leggere il giornale senza l'ausilio dell'illuminazione artificiale,
Una tale deflagrazione secondo le stime più affidabili equivale a 10-15 megatoni (come 1000 bombe atomiche di Hiroshima messe insieme!), in grado dunque di spazzare via grandi città metropolitane.

In ogni caso, per questo e molti altri motivi, vale la pena firmare la petizione nella speranza che questa si concretizzi poi in uno studio più approfondito dei NEO per mappare le traiettorie di oggetti tanto pericolosi e allo stesso tempo imprevedibili!

Il link per firmare la petizione è questo: https://www.change.org/p/help-make-the-100x-acceleration-of-the-discovery-and-tracking-of-near-earth-asteroids-real

Sul sito ufficiale della manifestazione http://www.asteroidday.org/ potrete trovare maggiori informazioni sulla manifestazione e sugli eventi che si terranno in tutto il mondo per celebrare questa data.