mercoledì 1 gennaio 2014

Eventi astronomici del mese - Gennaio 2014

Il tuo giudizio : 
Innanzitutto buon anno a tutti i nostri lettori!


Questi i principali eventi astronomici del mese di gennaio 2014.
Luna
1 gennaio: Luna nuova (ore 12e17 tempo locale)
Distanza Terra-Luna: 384˙400 km
8 gennaio: primo quarto di Luna (ore 04e40 tempo locale)
Distanza Terra-Luna: 387˙437 km
16 gennaio: Luna piena (ore 05e55 tempo locale)
Distanza Terra-Luna: 404˙913 km
24 gennaio: ultimo quarto di Luna (ore 06e23 tempo locale)
Distanza Terra-Luna: 379˙706 km
30 gennaio: Luna nuova (ore 22e40 tempo locale)
Distanza Terra-Luna: 363˙373 km
Piogge meteoriche
3-4 gennaio: Quadrantidi
Corpo progenitore: l'asteroide 2003 EH1, che forse corrisponde alla cometa C/1490 Y1.
Date attive: dall' 1 al 5 gennaio. Frequenza massima oltre 40 meteore/ora, con brevi picchi fino a 100 meteore/ora.
Illuminazione lunare: praticamente inesistente, dal momento che una sottile falce lunare tramonta poco prima delle ore 20 il 3 gennaio e poco prima delle ore 21 il 4 gennaio.
Pianeti
Mercurio ritorna ad essere visibile nella seconda decade del mese, verso sudovest, tra le luci del crepuscolo. A fine mese tramonta un’ora e mezza dopo il Sole ed essendo discretamente alto sull’orizzonte risulta facilmente rintracciabile. Il 31 gennaio è alla massima elongazione orientale (distanza angolare dal Sole di oltre 18°).
Venere è visibile la sera, a sudovest, solo i primi giorni del mese. Poi scompare tra le luci del tramonto e il giorno 11 gennaio è in congiunzione inferiore con il Sole. Torna ad essere visibile la mattina, verso sudest, nella terza decade del mese, quando si allontana significativamente dalla nostra stella.
Marte è visibile nella seconda parte della notte nella costellazione della Vergine. A fine mese sorge una mezzora prima della mezzanotte.
Giove è visibile tutta la notte nel cuore della costellazione dei Gemelli, con una magnitudine “monster” di -2,7. Il 5 gennaio è infatti in opposizione al Sole e transita al meridiano a quasi 70 gradi di altezza. Spettacolo!
Saturno è visibile nelle ore che precedono l’alba tra sud e sudest. A fine anno sorge già 4 ore prima del Sole. A fine mese sorge alle ore 2, ben cinque ore e mezza prima del Sole.
Urano è osservabile nella prima parte della notte, sotto la testa occidentale dei Pesci, dove si muove lentamente di moto diretto (da ovest verso est).
Nettuno è rintracciabile con sempre maggiore difficoltà nelle primissime ore serali tra le stelle Iota, Sigma e Theta (Ancha) della costellazione dell’Acquario. A fine mese tramonta pochi minuti dopo il termine delcrepuscolo.
Altri fenomeni e configurazioni
2 gennaio: congiunzione Luna-Venere. Una sottilissima falce lunare crescente (2%) avvicina ad appena 2 gradi il luminoso Venere (magnitudine -4,30), verso sudovest al tramonto del Sole.
3 gennaio: Terra al perielio, ovvero nel punto più vicino al Sole, ad una distanza di 0,9833 Unità Astronomiche che equivalgono a poco più di 147 milioni di chilometri.
14 gennaio: congiunzione Luna-Giove. Il nostro satellite (fase crescente al 98%) sorge insieme al gigante del Sistema Solare, Giove (magnitudine -2,66), e i due astri si fanno compagnia per l’intera notte nella costellazione dei Gemelli.
23 gennaio: congiunzione Luna-Marte. La Luna (fase calante al 61%) e il pianeta rosso (magnitudine  poco prima della mezzanotte e insieme aspettano il sorgere del Sole.
+0,44) sorgono insieme
25 gennaio: congiunzione Luna-Saturno. La Luna (fase calante al 40%) e il Signore degli Anelli (magnitudine +0,55) si fanno compagnia nella costellazione della Bilancia nella seconda parte della notte, fino alle prime luci dell’aurora.
29 gennaio: congiunzione Luna-Venere. Si ripete, a distanza di 27 giorni la congiunzione avvenuta ad inizio mese, verso sudest; poco prima del sorgere del Sole, una sottilissima falce lunare (fase calante al 4%) sorge insieme a Venere (magnitudine -4,54).
 Attività Antares
Venerdì 10 gennaio
SerAntares al Liceo Scientifico di Lugo
Seguirà locandina
By Daniela e Angelo

Nessun commento: