martedì 25 febbraio 2014

Potente esplosione solare

Il tuo giudizio : 
X - FLARE ! Tornando sul lato visibile da Terra, il 25 febbraio alle 00:59 UTC, la macchia solare AR1967 ha scatenato una potente esplosione ovvero un brillamento solare di classe X4.9. Questo è il più intenso brillamento del 2014 registrato finora ed è uno dei più intensi verificatisi durante il ciclo solare corrente.

La sonda Solar Dynamics Observatory della NASA ha registrato il flash estremo ultravioletto :


Anche se questo brillamento è stato impressionante i suoi effetti sono stati mitigati dalla posizione in cui ha avuto luogo l'esplosione ovvero il lato sud-est del Sole, e quindi non di fronte alla posizione della Terra. 

Infatti, la luminosa espulsione di massa coronale ( CME ) che è partita dal Sole poco dopo il flare, sembra destinata a non colpire il nostro pianeta.

Emissioni radio provenienti dalle onde d'urto ai margini del CME suggeriscono una velocità di espansione di circa 2000 km/s. Se una nube in così rapido movimento colpisse la Terra, le conseguenti tempeste geomagnetiche potrebbero essere gravi. Tuttavia, poichè la sua traiettoria è così lontana dalla linea Sole-Terra, la CME assegnerà solo un colpo di striscio nella peggiore delle ipotesi e molto più probabilmente non riuscirà a eseguire nessuna interferenza.

La fonte dell'eruzione è la longeva macchia AR1967 che ora comincia il suo terzo viaggio sul "lato Terra" del Sole. 

Questa regione è stato un produttore molto attivo di esplosioni durante i transiti precedenti e sembra che anche per questa terza volta sarà ben poco diverso. 

Per tradizione, le macchie solari ricevono una nuova numerazione ogni volta che ritornano sul lato Terra, quindi AR1967 avrà presto una nuova designazione.

( Aggiornamento: il nuovo nome di questa macchia solare è AR1990).

Nessun commento: