lunedì 3 ottobre 2011

2012 : la fine del mondo che NON verrà

Il tuo giudizio : 
Buonanotte o Buongiorno a tutti a seconda dell'orario in cui leggerete questa "news".

Questa sera, 2 ottobre 2011, è andata in onda un'altra trasmissione megalocatastrofistica in merito alla delirante e fantasmagorica ipotesi relativa alla fine del mondo che avverrà il 21 dicembre 2012.

Il primo commento è "la decenza e il buon gusto sono stati smarriti da tempo"... ma ciò non può certamente aiutarvi a farvi una ragione del fatto che i MAYA non hanno MAI fatto previsioni in merito a catastrofi farcite di fantascienza di bassa lega.

Sbollita la prima sacrosanta alterazione (decisamente abnorme) del mio stato emotivo, meditavo sull'argomento dato il profondo sconforto causato dal numero impressionante di nefandezze ascoltate.

Poi mi è tornata alla mente l'introduzione di PIERO ANGELA ascoltata parecchi mesi fa di un servizio di SUPER QUARK che sono riuscito a rintracciare su YOUTUBE e che quindi invito caldamente a visionare e ascoltare con serenità e attenzione sottolineando appunto le prime parole: "NON SAREBBE STATO IL CASO DI OCCUPARSI DI QUESTO PESCE D'APRILE SE NON CI FOSSIMO RESI CONTO CHE MOLTE PERSONE CI SONO CASCATE E QUINDI CI HANNO SCRITTO PREOCCUPATE..."



Seconda parte :



Non oso sperare che questo intervento di Antares Notizie possa migliorare la situazione, tuttavia, ogni piccolo sforzo è da ritenere utile quando si tratta di arginare il dilagare delle sciocchezze.

AGGIORNAMENTO: questa mattina è disponibile la puntata di MISTERO del 2 ottobre 2011, in formato podcast sul sito mediaset. Sarebbe da trascrivere il testo e mandare una petizione alla società MEDIASET consigliando che, anche solo per buon gusto e dignità di palinsesto, certe trasmissioni venissero seguite da professionisti seri in grado di distinguere e sottolineare la vera scienza ed aiutare il paese a crescere culturalmente anzichè affossarlo ulteriormente con questi prodotti mass market che hanno sicuramente audience ma che producono DANNI INCOMPARABILI. Sapete quanto occorre per rettificare un'informazione sbagliata?!

...a volte però si sente la mancanza di un pò di controllo "serio" di quanto viene propinato INUSITATAMENTE dai mass media. Non si auspica mai la CENSURA, ma come si fa a non pensarla quando si assiste a queste cose ?!

Nessun commento: