sabato 1 dicembre 2012

Eventi astronomici del mese - Dicembre 2012

Il tuo giudizio : 


Questi i principali eventi astronomici del mese di dicembre 2012.
Luna
6 dicembre: ultimo quarto di Luna (ore 16e34 tempo locale)
Distanza Terra-Luna: 388˙259 km
13 dicembre: Luna nuova (ore 09e44 tempo locale)
Distanza Terra-Luna: 355˙397 km
20 dicembre: primo quarto di Luna (ore 06e20 tempo locale)
Distanza Terra-Luna: 395˙213 km
28 dicembre: Luna piena (ore 11e24 tempo locale)
Distanza Terra-Luna: 406˙623 km
Piogge meteoriche
13-14 dicembre: Geminidi
Corpo progenitore: l'asteroide 3200 Fetonte, forse un nucleo meteorico "prosciugato".
Date attive: dal 7 al 16 dicembre; frequenza massima: oltre 45 meteore/ora, con picchi da 120 meteore/ora. Illuminazione lunare: nulla! Da gustare… tempo permettendo...

Pianeti
Mercurio è alla massima elongazione occidentale (20,6 gradi) il 4 dicembre e quasi fino alla fine del mese è visibile all’alba, verso sudest, nell’apparizione mattutina più favorevole dell’anno.
Per gran parte del mese, Venere anticipa il meno luminoso Mercurio, e appare sempre con magnitudine -4 tra sud e sudest, mentre si muove velocemente tra le costellazioni della Bilancia, dello Scorpione e di Ofiuco. Anche per questo pianeta la visibilità mattutina sta volgendo al termine, dal momento che a fine mese sorge appena 90 minuti prima del Sole.
Marte è visibile al tramonto, piuttosto basso sopra l’orizzonte, tra sud e sudovest. Il giorno di Natale passa dalla costellazione del Sagittario a quella del Capricorno..
Giove è in opposizione al Sole il 3 dicembre. E’ quindi osservabile per l’intera notte, molto alto sull’orizzonte (ben 70 gradi) tra le stelle del Toro.
La visibilità mattutina di Saturno è in costante aumento. A fine dicembre sorge più di tre ore prima del Sole, mentre si muove lentamente dalla costellazione della Vergine a quella della Bilancia.
Urano è osservabile nella prima parte della notte, sotto la testa occidentale dei Pesci. A metà del mese è stazionario per poi riprendere il suo mto diretto (da ovest verso est).
Nettuno è sempre rintracciabile nelle primissime ore serali tra le stelle Iota e Theta (Ancha) della costellazione dell’Acquario.
Altri fenomeni e configurazioni
Dall’1 al 10 dicembre: bellissima “infilata” Mercurio-Venere-Saturno-Spica, a cui si aggiunge il giorno 10 dicembre una sottile falce lunare (fase calante al 14%). Naturalmente servono orizzonti sgombri e limpidi, in particolare per scorgere Mercurio, l’oggetto più vicino all’orizzonte.
9 dicembre: congiunzione Luna-Spica, a sudest. Qualche ora prima dell’alba una sottile falce lunare (fase calante al 23%) sorge insieme a Spica, la bellissima stella alfa della Vergine.
10 dicembre: congiunzione Luna-Saturno, a sudest. Approfittando dell’infilata sopra descritta, dopo Spica, la sottile falce lunare (fase calante al 14%) sorge insieme a Saturno qualche ora prima dell’alba.
11 dicembre: congiunzione Luna-Venere, sempre a sudest, prima dell’alba. Per una sempre più sottile falce lunare (fase calante al 6%) è il momento di avvicinare Venere, l’oggetto più luminoso di tutta la compagnia.
15 dicembre: congiunzione Luna-Marte, verso sudovest. Una sottilissima falce lunare (fase crescente all’8%) sovrasta il pianeta rosso, appena inizia ad imbrunire, dopo il tramonto del Sole.
21 dicembre: solstizio d’Inverno alle ore 12e13 tempo locale (ore 11e13 tempo universale). Durante questo giorno si ha il dì più breve: il Sole sorge alle ore 07e45 e tramonta alle ore 16e38. Appena 8 ore e 53 minuti di luce.
25 dicembre: congiunzione Luna-Giove. Il nostro satellite naturale (fase al 94%) sorge con il gigante Giove a poco più di 3 gradi; fanno da comprimari, in una bellissima configurazione, l’ammasso aperto delle Iadi con Aldebaran, stella alfa del Toro, e le Pleiadi, poco più in alto.
Attività Antares
Venerdì 14 dicembre
SerAntares al Liceo Scientifico di Lugo
"La notte delle Geminidi"
Conferenza con osservazioni
Seguirà locandina
By Daniela e Angelo

1 commento:

Alfredo Lolli ha detto...

peccato che gli "eventi" li decida il meteo....ciaooo
alfredo