lunedì 1 agosto 2016

Il cielo del mese: agosto 2016

Il tuo giudizio : 
Diamo uno sguardo ai principali eventi astronomici del mese di agosto 2016!



Il Sole

il Sole, fotografato da Alfredo Lolli
                                                              01 agosto: sorge alle 06:02
                                                                  transita alle 13:20
tramonta alle 20:37
durata del giorno 14 ore e 35 minuti
distanza dalla Terra alle 12:00: 1.014939467 U.A.


15 agosto: sorge alle 06:17
transita alle 13:18
tramonta alle 20:18
durata del giorno 14 ore e 1 minuto
distanza dalla Terra alle 12:00: 1.012685752 U.A.

31 agosto: sorge alle 06:34
transita alle 13:13
tramonta alle 19:51
durata del giorno 13 ore e 17 minuti
distanza dalla Terra alle 12:00: 1.009352864 U.A



La Luna

La Luna, fotografata da Alfredo Lolli e Matteo Reggidori

02 agosto, h 11:01 - Luna nuova

10 agosto, h 01:53 - Luna all'apogeo (404.264,3 km)

10 agosto, h 06:57 - Luna al primo quarto

18 agosto, h 00:06 - Luna piena

23 agosto, h 03:00 - Luna in perigeo (367.049,5 km)

24 agosto, h 18:38 - Luna all'ultimo quarto

31 agosto, h 22:34 - Luna nuova

I pianeti


Mercurio - Si lascia osservare facilmente nei primi giorni del mese come un puntino molto luminoso in direzione Ovest subito dopo il tramonto, allineato a Venere (che si troverà, più luminoso, più in basso a destra rispetto a Mercurio). Man mano che passano i giorni si abbassa sull'orizzonte divenendo osservabile per sempre meno tempo, fino a perdersi nella luce del tramonto.
Il 16 agosto sarà in massima elongazione Est
Nel Leone, il 21 agosto entrerà nella Vergine, dove lo troveremo fino alla fine del mese.
Il 15 del mese, a mezzogiorno, disterà dalla Terra circa 0,928 U.A. (138.826.824,010 km);

Venere - Venere all'inizio del mese sarà osservabile per un pochino di tempo subito dopo il tramonto, in direzione Ovest, ma seguirà in fretta il Sole nel suo tramonto, abbassandosi sull'orizzonte giorno dopo giorno: nella seconda metà del mese scavalca sia Mercurio che Giove, e con entrambi darà luogo a bellissime congiunzioni (eccezionale quella con Giove del 27 agosto), purtroppo con una finestra di osservabilità molto breve.
Lo troviamo nel Leone per buona parte del mese; il 24 entrerà nella Vergine dove permarrà fino alla fine del mese.
Il 15 del mese, a mezzogiorno, disterà dalla Terra circa 1,598 U.A. (239.057.397,379 km);

Marte - Il Pianeta Rosso, anticipa notevolmente la sua levata durante tutto il mese, arrivando alla fine del mese a sorgere e tramontare due ore prima rispetto all'inizio dello stesso, e così facendo anticipa di molto anche il momento in cui tramonta, che se ad inizio mese era poco prima dell'01:00, a fine luglio sarà intorno alle 23:30.
Troveremo Marte nella costellazione della Bilancia, ma il 2 entrerà nello Scorpione; il 21 farà una breve tratta nell'Ofiuco ed il 27 rientrerà nuovamente nello Scorpione.
Il 15 Maggio, a mezzogiorno, disterà dalla Terra circa 0,801 U.A. (119.827.894,431 km);

Giove - Il Gigante gassoso si comporta esattamente allo stesso modo di Marte, anticipando la levata e  dunque anche il tramonto: lo vedremo, appena fa buio, avviato verso il tramonto, che a inizio mese avverrà poco dopo  le 22:20, mentre a fine mese intorno alle delle 20:30!
Dopo parecchi mesi trascorsi nel Leone, il 9 agosto entrerà nella Vergine.
Il 15 del mese, a mezzogiorno, disterà dalla Terra circa 6,282 U.A. (939.773.823,737 km);

Saturno - Il Signore degli Anelli sarà presente nei nostri cieli, durante la prima parte della notte, anticipando giorno dopo giorno il suo sorgere. A inizio mese tramonterà un quarto d'ora prima delle 2:00, mentre a fine mese alle 23:45!
Saturno stazionerà nella grande costellazione di Ofiuco.
Il 15 del mese, a mezzogiorno, disterà dalla Terra circa 9,697 U.A. (1.450.650.552,178 km);

Urano - Urano rimane fermo nella costellazione dei Pesci, osservabile al telescopio con qualche difficoltà ad est, nel cielo della seconda parte della notte.
Il 15 del mese, a mezzogiorno, disterà dalla Terra circa 19,449 U.A. ( 2.909.528.987,244 km);

Nettuno - Il pianeta Nettuno, ospite fisso nella costellazione dell'Acquario, appare in cielo ad Est /Sud-Est, anticipando la sua levata giorno dopo giorno: per vederlo però è necessario un buon telescopio, e bisognerà aspettare  la seconda parte della notte per osservarlo al meglio!
Il 15 del mese, a mezzogiorno, disterà dalla Terra circa 28,99 U.A. (4.336.842.271,593 km).




Congiunzioni

Congiunzione tra Giove (a sinistra) e Venere (a destra) del Giugno 2015. Foto di Alfredo Lolli e Matteo Reggidori.


-06 agosto, h 20:30 - Maxi congiunzione! Da Ovest verso Sud: Venere, Mercurio, Giove, la Luna, la stella Spica, Marte e Saturno, più o meno allineati sull'eclittica!


-11 agosto, h 22:00 - Congiunzione Luna-Marte-Saturno, con vicino la brillante Antares.


-24 agosto, h 21:30 - Congiunzione Marte-Saturno-Antares


-27 agosto, h 20:00 - Congiunzione ECCEZIONALE tra Giove e Venere, con Mercurio poco sotto!
Questa sarà davvero una congiunzione incredibile, con Giove e Venere talmente vicini da parere una cosa sola: i due pianeti saranno separati, alle ore 20, di 0° 13' 11"!!!!!



Sciami meteorici con picco d'intensità nel mese di agosto


























1)Alfa Capricornidi: originate dalla cometa Honda Mrkos Pajdusakova e in parte dall'asteroide Adone: mostano meteore lente e brillanti spesso con un spettacolare flare finale colorato. Radiante diffuso e attività irregolare con momentanei exploit di meteore. Saranno presenti nei nostri cieli dal 07 luglio al 29 agosto, con picco il 01 agosto, in ottime condizioni di visibilità e un ZHR atteso di  5;

2)Alfa Arietidi: dal 27 luglio al 12 agosto, con picco il 03 agosto in ottime condizioni per lo studio, con un ZHR atteso di 4);

3)Iota Acquaridi sud: dal 15 luglio al 25 agosto, con picco il 03 agosto, in ottime condizioni per l'osservabilità, con un ZHR di 6);

4)Beta Cetidi: dal 19 luglio al 14 agosto, con picco il 03 agosto in condizioni ottime per l'osservabilità, con uno ZHR atteso di 4);

5)Beta Ursaminoridi: atteso dal 02 al 12 agosto, con picco la sera dell'08, in condizioni di ottima visibilità e uno ZHR atteso di 2, questo sciame è tutto da studiare;


6)Delta Acquaridi Nord:  atteso tra il 23 luglio ed il 25 agosto, questo sciame giungerà al picco l'08 agosto, in condizioni di ottima osservabilità, con uno zhr atteso di 5;

7)Bootidi: sciame allo studio, attivo particolarmente tra il primo e il ventesimo giorno di agosto in modo diffuso e irregolare, legato probabilmente alla cometa D'Arrest. Le Bootidi mostrano generalmente meteore di debole luminosità. Quest'anno il picco sarà raggiunto la sera del 10 agosto, con uno zhr atteso di 4, in condizioni ottime per l'osservazione e lo studio;

8)Cassiopeidi di agosto/Delta Cassiopeidi: è uno sciame difficile da osservare a causa della vicinanza con lo sciame delle Perseidi, attivo tra il 29 luglio ed il 10 settembre con picco la sera del 10 Agosto, in condizioni di ottima osservabilità. Lo zhr atteso è di 6;

9)Aquilidi di agosto/Eta Aquilidi: si tratta di uno sciame poco studiato perchè spesso confuso con le correnti presenti nelle costellazioni del Capricorno e del Sagittario, attivo dal 30 luglio al 24 agosto, con picco la notte del 10 agosto, in ottime condizioni di visibilità. Lo zhr atteso è di 4;

10)Perseidi/Lacrime di S.Lorenzo: originate dalla cometa Swift-Tuttle, queste sono le "stelle cadenti" per antonomasia: con meteore brillanti e persistenti sfreccianti a 59 km/s, attira grandi masse di curiosi ogni anno. Questo sciame sarà attivo dal 15 luglio al 24 agosto, con picco il 12 agosto, quando la Luna però ne disturberà la visibilità durante la prima parte della notte. Lo zhr atteso è di 95;

11)Beta Triangulidi: spesso confuse con le Perseidi, lo sciame delle Beta Triangulidi è attivo dal 04 al 25 agosto e produce meteore molto veloci (ben 68 km/s). Il picco è atteso per la sera del 12 agosto, quando la Luna però ne disturberà la visibilità durante la prima parte della notte. Lo zhr atteso è di 4;

12)Camelopardidi: questo sciame poco conosciuto è attivo dal 07 al 18 agosto, con picco il 13, quando ci si attende un zhr di 4, in condizioni osservative ottimali solo nella seconda parte della notte;

13)Kappa Cignidi: originato probabilmente da una cometa frantumatasi nello spazio, questo sciame è attivo dal 26 luglio al 01 settembre, con picco il 19 agosto. Si tratta di uno sciame molto interessante a causa delle sue meteore lente e colorate. Purtroppo quest'anno il picco cadrà il 19 agosto, in condizioni proibitive a causa della presenza della Luna per tutta la notte. Lo zhr atteso è di 8;

14)Alfa/Psi/Theta Cignidi d'agosto: questo sciame, attivo dal 01 al 31 agosto, avrà il picco la sera del 24 agosto, quando la Luna disturberà le osservazioni nella seconda parte della notte. Il zhr atteso è di 4;

15)Iota Acquaridi Nord: questo sciame, attivo dal 19 luglio al 10 settembre, presenta meteore piuttosto deboli e non particolarmente veloci (31 km/s). Il picco è atteso per la notte del 25 agosto, quando la Luna disturberà le osservazioni nella seconda parte della notte. Il zhr atteso è di 10;

16)Pi/Epsilon Eridanidi: questo sciame, che presenta delle meteore piuttosto luminose, è di difficile osservazione dalla nostra posizione, in quanto raggiungono la massima altezza a soli 30° e per giunta sul finire della notte, alle prime luci dell'alba. Attivo tra l'08 agosto ed il 09 settembre, raggiungerà il picco il 28 agosto in assenza di Luna, con un zhr atteso pari a 8;

17)Theta Aurigidi: questo sciame, attivo tra il 24 agosto e l'08 settembre, presenta meteore abbastanza veloci (67 km/s), è legato alla cometa 1911 II(Kiess). Il suo radiante sarà osservabile al meglio poco prima dell'alba, e nella notte del 31 agosto, quando avrà raggiunto il suo picco, avrà un zhr di 4, in ottime condizioni di osservabilità;

18)Alfa Aurigidi: anche questo sciame si lega alla cometa 1911 II(Kiess), ed è attivo tra il 24 agosto e l'08 settembre, con picco il 31 agosto, in ottime condizioni di osservabilità per l'assenza della Luna quando avrà raggiunto un zhr di 6, anche se per la migliore osservabilità bisognerà attendere gli ultimi momenti della notte;

19)Eta Cetidi Sud: questo sciame poco conosciuto è attivo dal 20 agosto all'08 settembre, con picco il 31 agosto e un zhr atteso di 3.


Altri sciami meteorici che hanno già raggiunto/devono ancora raggiungere la massima intensità sono costituiti da:

1)Omicron Draconidi (dal 28 giugno al 05 agosto, con picco il 17 luglio);

2)Piscidi Australi (dal 15 luglio al 10 agosto, con picco il 27 luglio)

3)Delta Acquaridi sud (dal 12 luglio al 19 agosto, con picco il 28 luglio)

4)Gamma Delfinidi (Delfinidi di luglio) (dal 21 luglio al 13 agosto, con picco il 28 luglio)

5)Alpha Andromedidi (dal 20 luglio al 7 agosto, con picco il 31 luglio)

6)Eta Cetidi Nord (dal 14 agosto al 19 settembre, con picco il 01 settembre);

7)Epsilon Perseidi (dal 21 agosto al 16 settembre, con picco il 06 settembre);

8)Arietidi-Triangulidi/Alfa Triangulidi (dal 30 agosto al 15 settembre, con picco il 12 settembre).


Appuntamenti all'osservatorio astronomico di Monteromano:


-Sabato 6 agosto, h 21:00-24 - Il saluto a Giove, Marte e Saturno;

-Sabato 13 agosto, h 21:00-24 - Stelle cadenti e Luna d'agosto;

-Domenica 21 agosto, h 09:30-12:30 - Apertura diurna, osservazioni del Sole, stelle e pianeti;

-Sabato 27 agosto, h 20:30-23:30 - Saturno e Marte in Scorpione;





Carte del cielo del mese di agosto


Il cielo del 1 agosto, alle ore 23:00
Il cielo del 15 agosto, alle ore 23:00



Nessun commento: