giovedì 1 aprile 2010

Eventi del mese - Aprile 2010

Il tuo giudizio : 
Questi i principali eventi astronomici del mese di aprile 2010.

Luna
6 aprile
: ultimo quarto di Luna (ore 116e36 tempo locale)
Distanza Terra-Luna: 400.286 km
Dimensione apparente della Luna: 30'04"
14 aprile: Luna nuova (ore 14e28 tempo locale)
Distanza Terra-Luna: 387.638 km
21 aprile: primo quarto di Luna (ore 20e19 tempo locale)
Distanza Terra-Luna: 365.2736 km
Dimensione apparente della Luna: 32'43"
28 aprile: Luna piena (ore 14e17 tempo locale)
Distanza Terra-Luna: 379.6252 km
Dimensione apparente della Luna: 32'01"

Piogge meteoriche
21-22 aprile: Liridi; le date attive vanno dal 19 al 25 aprile.
Corpo progenitore: cometa C/1861 Thatcher; frequenza massima 16-30 meteore/ora.
Siccome il radiante si trova in una costellazione tipicamente estiva (vedere immagine), sarà sufficientemente alto solo nella seconda parte della notte. La Luna è piuttosto fastidiosa (disco illuminato superiore al 40%) che tramonta dopo le 2 (tempo locale).


Pianeti
Mercurio
offre nella prima metà del mese un ottimo periodo di visibilità ad ovest, al tramonto del Sole. Già stella della sera con una buona elongazione di quasi 17 gradi ad inizio mese, grazie alla favorevole inclinazione dell’eclittica ad ovest nel mese di aprile e al fatto di trovarsi a nord della stessa, il pianeta più interno sarà ancora alto sull’orizzonte dopo il tramonto del Sole. Inoltre la sua vicinanza con Venere (per una decina di giorni rimane a poco più di 3 gradi di distanza dal luminoso compagno) lo rende facilmente rintracciabile. Il 9 aprile è alla massima elongazione est, oltre 19 gradi dalla nostra stella, dopo di che inizia a riavvicinarsi velocemente al Sole, divenendo rapidamente invisibile. Il 28 aprile è in congiunzione inferiore per diventare stella del mattino.
Venere è stella della sera ad ovest e naturalmente è il primo oggetto celeste a comparire, grazie alla sua magnitudine di -3,92. Nella prima decade di aprile fa compagnia a Mercurio, che si viene a trovare poco più di 3 gradi verso ovest. A fine mese, quando si trova a metà strada tra Pleiadi e Iadi, a 26 gradi dal Sole, tramonterà oltre due ore più tardi della nostra stella. Sarà un bel vedere!
Marte si muove di moto diretto (da ovest verso est) in prossimità dell’ammasso del Presepe, alterando con la sua rossa luminosità la debole costellazione del Cancro. Anche se ancora brillante nelle notti di aprile, le sue dimensioni angolari ormai ridotte a meno di 8 secondi d’arco rendono difficili le osservazioni di dettagli sulla sua superficie.
Per Giove vale il discorso opposto fatto per Venere e Mercurio. Essendo stella del mattino che anticipa il sorgere del Sole, soffre la poca inclinazione dell’eclittica ad est. Anche a fine mese, quando anticipa il sorgere del Sole di oltre un’ora e mezza, non si viene a trovare più 15 gradi sopra l’orizzonte e appare quindi “impallidito” nel chiarore dell’aurora.
Saturno è il pianeta più interessante del mese, avendo da poco passato l’opposizione. Il “Signore degli Anelli” brilla con magnitudine che va da +0,6 a +0,8 nella parte occidentale della costellazione della Vergine, sotto le zampe posteriori del Leone.
Urano è praticamente inosservabile per tutta la prima parte del mese, essendo stato da poco in congiunzione con il Sole. A fine mese, armati di un buon binocolo, si può tentare di rintracciarlo 5 gradi più ad est (cioé a sinistra) del gigante Giove.
Nettuno al contrario di Urano, precede Giove lungo l’eclittica, cioè appare a destra del gigante del Sistema Solare. A fine mese si trova ad oltre 70 gradi dalla nostra stella ed è possibile quindi cercarlo poco prima che il cielo inizi a schiarire, al confine tra le costellazione del Capricorno e dell’Acquario.

Altri fenomeni
11 e 12 aprile: congiunzione Luna-Giove, ad ovest poco prima del sorgere del Sole. Entrambi gli oggetti appaiono piuttosto bassi, per cui occorrono orizzonti liberi.
16 aprile: congiunzione Luna-Mercurio-Venere; una sottilissima falce lunare (fase crescente al 5%) si trova appena 4 gradi sopra a Venere, mentre 10 gradi più in basso è possibile scorgere Mercurio (vedere immagine). Un bel quadretto, con la cornice delle Pleiadi.
25 aprile: congiunzione Venere-Pleiadi.


Attività Antares
Venerdì 9 aprile: Serantares
Liceo Scientifico di Lugo – ore 20e45

A spasso per l’Universo
Giro “turistico” tra i gioielli del Cielo con le immagini di Giovanni Corteccia

www.gioastroimage.it/


By Daniela e Angelo

Nessun commento: