lunedì 8 aprile 2013

La Cometa ISON osservata con Swift

Il tuo giudizio : 
Qualche giorno fa, la NASA ha rilasciato un comunicato stampa relativo all'osservazione della cometa ISON (2012 S1) con il satellite Swift (si veda anche questa campagna). I dati si riferiscono a un'osservazione effettuata lo scorso 30 gennaio 2013. Poiché i dati di Swift sono pubblici, li ho scaricati, riprocessati, rianalizzati, e qui di seguito vi mostro i risultati. 

Ci sono dati degli strumenti XRT (X-Ray Telescope) e UVOT (UltraViolet Optical Telescope), ma nei 2600 secondi di esposizione su XRT non risulta alcuna traccia della cometa, mentre si può vedere con UVOT. UVOT è un piccolo telescopio da 30 cm, ma ovviamente operando nello spazio ha prestazioni molto elevate arrivando a magnitudine B = 22 in 1000 secondi di esposizione. 



La prima immagine è la somma di due osservazioni separate da circa 1.5 ore effettuate con il filtro V (547 nm). La prima immagine è stata effettuata alle 05:43 UT con esposizione di 360 s, mentre la seconda è stata fatta alle 07:11 UT con esposizione di 300 s. Si nota chiaramente il moto della cometa rispetto alle stelle circostanti. Per dare un'idea della magnitudine, si può confrontare con la stella che si trova circa a metà delle due posizioni della cometa. La magnitudine V misurata con UVOT è 16. 


La seconda immagine è stata invece presa con il filtro ultravioletto UVW1 (260 nm) alle 05:49 UT (1040 s) e alle 07:16 UT (980 s). Questa volta, la cometa è molto più debole e ho dovuto smanettare un po' per tirare fuori qualcosa di decente. La stella di riferimento ha magnitudine UVW1 misurata con UVOT pari a 17.8. 

Al tempo delle immagini, la cometa distava dalla Terra circa 4 UA (circa 600 milioni di km).   
 

Nessun commento: