domenica 1 novembre 2015

Eventi astronomici di Novembre 2015

Il tuo giudizio : 
Il Sole


1 Novembre: sorge alle 06:50
transita alle 12:57
tramonta alle 17:04
durata del giorno 10 ore e 14 minuti

15 Novembre: sorge alle 07:08
transita alle 12:58
tramonta alle 16:47
durata del giorno 9 ore e 39 minuti

30 Novembre: sorge alle 07:27
transita alle 13:02
tramonta alle 16:37
durata del giorno 9 ore e 10 minuti



La Luna

03 Novembre, h 01:39 - Ultimo quarto
07 Novembre, h 23:49 - Luna in apogeo (405.722 km)
11 Novembre, h 06:42 - Luna nuova (0.28% di illuminazione del disco lunare)
18 Novembre, h 21:00 - Primo quarto
23 Novembre, h 22:10 - Luna in perigeo (362.818 km)
25 Novembre, h 23:52 - Luna piena (99.81% di illuminazione del disco lunare)







I pianeti


Mercurio -  All'inizio del mese Mercurio sorge poco prima del Sole, per cui è praticamente invisibile nel chiarore dell'alba, e di giorno in giorno tarda sempre di più la sua levata, pertanto resterà sempre invisibile ai nostri occhi. Il 7 Novembre passa dalla costellazione della Vergine a quella della Bilancia, per poi transitare il 21 nello Scorpione e il 26 nell'Ofiuco, anche se tutto questo sarà a noi invisibile. Il 17 Novembre si troverà in congiunzione superiore, cioè nel punto di massima distanza rispetto alla Terra, con il Sole a frapporsi tra i due corpi celesti! 


Venere - Il pianeta più luminoso del cielo, dopo aver dato spettacolo per tutto Ottobre, continua in Novembre a ritardare la sua alba, ma resterà comunque un punto di riferimento nel cielo mattutino! Il 3 Novembre passa dalla costellazione del Leone a quella della Vergine.

Marte - Il pianeta rosso sarà ben osservabile nella seconda parte della notte, nelle ore prima dell'alba: anticiperà per tutto il mese il suo sorgere. Tra il primo e il secondo giorno del mese transiterà dalla costellazione del Leone a quella della Vergine.

Giove - Troveremo il nostro Gigante nella costellazione del Leone per tutto il mese, pronto a dare spettacolo con i continui allineamenti, transiti e occultamenti della sue lune galileiane. Il pianeta anticiperà il suo sorgere durante tutto Novembre rendendosi ben visibile nella seconda parte della notte.

Saturno - Il pianeta con gli anelli sarà ancora visibile nella costellazione dello Scorpione, dove resterà per tutto il mese, per i primi giorni del mese, tramontando poche decine di minuti dopo il Sole e quasi perdendosi nella luce del vespro. Ad ogni modo, dovremo dire "arrivederci" a Saturno che tornerà a fare capolino nei nostri cieli soltanto a fine Dicembre, quando lo ritroveremo ad anticipare il sorgere del Sole.

Urano - Sempre nei Pesci, Urano rimarrà ben osservabile con un buon telescopio durante tutte le notti novembrine, anche se il suo tramonto anticiperà progressivamente per tutto il mese.

Nettuno - Nettuno permarrà nella costellazione dell'Acquario, e sarà anch'esso osservabile al telescopio durante la prima parte della notte: anticipando sempre di più il suo tramonto infatti, Nettuno scomparirà ai nostri occhi già poco dopo la mezzanotte verso la fine del mese. Interessante la quadratura di Nettuno il 29 Novembre alle 15:55: in quel preciso momento infatti Nettuno sarà in una posizione orbitale tale per cui formerà un angolo di 90° con il Sole e la Terra.



Congiunzioni

03 Novembre, h 06:00 - Venere in congiunzione con Marte



06 Novembre, h 05:30 - Luna in congiunzione con Giove



07 Novembre, h 06:30 - Luna in congiunzione con Marte e Venere






Sciami meteorici con picco d'intensità nel mese di Novembre


1)Tauridi Sud: questo sciame meteorico è stato scoperto nel 1869 da Giuseppe Zeioli, ed è attivo tra il 20 Ottobre ed il 25 Novembre, con picco il 05 Novembre: queste meteore raggiungono la velocita di 27 km/s e una frequenza massima di 5 meteore l'ora. Questo sciame è stato generato dalla cometa 2P/Encke. I bolidi lasciano lunghe scie prevalentemente bianche e gialle. Questo sciame ha un radiante gemello, le Tauridi Nord;

2)Tauridi Nord: il "gemello" delle Tauridi Sud, per quanto concerne la sua scoperta e il periodo di attività valgono le stesse considerazioni sopra svolte per le Tauridi sud: le differenze riguardano il momento di massima intensità, previsto per il 12 Novembre, con un tasso orario zenitale di 5 e bolidi sfreccianti a 29 km/s, ma che appaiono lenti e abbastanza brillanti nel cielo;



Rappresentazione artistica risalente a fine '800 dello 
straordinario sciame meteorico delle Leonidi del 1833
3)Leonidi: le vere "star" del mese. In attività nella settimana che va dal 14 al 21 Novembre, raggiungeranno il picco il 17 del mese, con ZHR di 20 e bolidi che viaggiano a 71 km/s. Questo sciame fu scoperto nel 1833, ed è stato il primo di una lunga serie, dando il via alla Metereoastronomia (detta anche Meteoritica). Sono generate dalla cometa Tempel-Tuttle, e il numero di bolidi varia annualmente a seconda della porzione di detriti attraversata dall'orbita della Terra. Per osservarle al meglio si consiglia di attendere dopo la mezzanotte: le scie sono lunghe e brillanti, e talvolta qualche meteora esplode rendendosi ancora più brillante. Sicuramente non assisteremo ad uno spettacolo paragonabile a quello avvenuto nel 1833 (con circa 240.000 bolidi in 9 ore, che significa 7 al secondo!) o nel 1866, ma  vale comunque la pena gustarsi questo bellissimo sciame!









Altri sciami meteorici che hanno già raggiunto/devono ancora raggiungere la massima intensità sono costituiti da:

1)Orionidi, previste dal 02 Ottobre al 07 Novembre;





Carte del cielo del mese di Novembre



Carta del cielo del 01 Novembre alle ore 23:00



Carta del cielo del 15 Novembre, ore 23:00









Nessun commento: