lunedì 14 maggio 2007

Scoperta una coda di ferro nella cometa McNaught

Il tuo giudizio : 
Nel mese di gennaio 2007 la cometa C/2006 P1 (McNaught) è diventata la più luminosa dall'apparizione della Ikeya-Seki (nell'immagine una ripresa fatta dallo stesso scopritore Robert McNaught). La cometa è stata monitorata anche dall'Heliospheric Imager a bordo della sonda STEREO. Nelle immagini ottenute dalla sonda è stata per la prima volta identificata una coda composta da ferro atomico. La scoperta è stata effettuata da un team guidato da Marco Fulle dell'Osservatorio Astronomico di Trieste (la coda di ferro nell'immagine sotto è la striscia più debole a sinistra di tutte le "strie", le striature ricche di polveri e più evidenti).
Vedere l'articolo all'indirizzo: http://www.astronomia-euganea.it/cara/irontail.pdf


La temperatura calcolata suggerisce che gli atomi del ferro provengano dall'evaporazione di grani di troilite (FeS) che può avvenire a temperature maggiori di 680°K, compatibili con i valori attesi per la chioma della cometa. La troilite sembra essere un composto abbondante nelle comete, in molti meteoriti e probabilmente sulla superficie di Mercurio.

Nessun commento: