sabato 27 dicembre 2008

C/2007 N3 (Lulin), una cometa di inizio anno

Il tuo giudizio : 
Con il 2008 che si avvicina rapidamente alla sua conclusione, e il 2009 che ci introdurrà all'Anno dell'Astronomia con il 400 anniversario dell'invenzione del cannocchiale astronomico, e che noi celebreremo cone l'inaugurazione ufficiale del Telescopio Diemme, niente di meglio che una cometa visibile, forse anche ad occhio nudo, prevista nelle prossime settimane!
Si tratta della cometa C/2007 N3 Lulin, scoperta l'11 luglio 2007 quando era ancora di magnitudine 18,9. Lulin è il nome del progetto di ricerca, "Lulin Sky Survey" e cioè una scansione automatica del cielo effettuata con un telescopio RC da 41 cm di diametro presso l'osservatorio di Lulin sull'isola di Taiwan, sotto la direzione di Quanzhi Ye (Sun Yat-sen University).



C'è da dire che a livello di inquinamento luminoso non sono messi male neanche loro!


L'osservatorio ospita anche un bel telescopio da 1 metro di diametro! Chissà se un giorno potremmo arrivare a tanto anche a Monteromano!



Parliamo ora della C/2007 N3 che da luglio ha proseguito nella sua risalita di luminosità, che l'ha portata fino ad arrivare valori di 8a magnitudine ad ottobre. Si tratta di una cometa che si sta avvicinando al perielio che è previsto raggiungere il 10 gennaio ad una distanza di 1,2 unità astronomiche dal sole. Le prime stime di luminosità facevano supporre una luminosità post-perielio di 6a magnitudine, al limite della visibilità ad occhio nudo, ma il profilo di crescita di questo autunno potrebbe rendere possibile una crescita fino alla 4a magnitudine! Aggiungiamo il fatto che la cometa passerà a sole 0,41 UA dalla terra il 24 febbraio, e le frequenti sorprese che le comete possono presentare alla loro luminosità dopo il passaggio al perielio, e la Cometa Lulin diventa un oggetto veramente interessante per i primi mesi del 2009!

I dati da inseriere nei planetari sono i seguenti:

C/2007 N3 (Lulin)
Epoch 2009 Jan. 9.0 TT = JDT 2454840.5
T 2009 Jan. 10.66551 TT MPC
q 1.2125523 (2000.0) P Q
z +0.0000043 Peri. 136.85390 -0.92916054 -0.36953038
+/-0.0000079 Node 338.53392 -0.34642777 +0.86057082
e 0.9999948 Incl. 178.37278 -0.12902902 +0.35052129

I giorni di maggiore luminosità la cometa si troverà a transitare tra le costellazioni della Vergine e del Leone, spettacolare poi il passaggio vicino al presepe (M44) tra il 2 e il 3 di Marzo.
Sicuramente cercheremo di immortalare l'oggetto anche con il telescopio di Monteromano! Ora la cometa si sta progressivamente allontanando dal sole e da fine gennaio comincerà a risalire in declinazione rendendosi meglio visibile nei nostri cieli.

Chiudiamo con una immagine di Michael Jager ripresa il 2 settembre, sperando sia di auspicio, visto che già una piccola coda era presente!

Nessun commento: