sabato 6 agosto 2011

Sole-Terra : Tempesta geomagnetica in corso

Il tuo giudizio : 
Una tempesta geomagnetica è in corso.

E' iniziata il 5 agosto alle 18:00 UT quando una CME ha colpito il campo magnetico terrestre.

Durante le ore appena dopo l'impatto, al suo culmine, la tempesta ha fatto registrare il valore "K-index" 8 sulla scala che va da 0 a 9 dei disturbi geomagnetici.
Tale registrazione la rende una delle più forti tempeste magnetiche di questi anni.
Prima che la tempesta abbia a decadere ci vorranno probabilmente molte ore più del solito, quindi ad alte latitudini gli osservatori del cielo restano in allerta per possibili aurore boreali.

Nota: I molti disturbi in questo filmato sono causati dai protoni solari carichi di energia che colpiscono la fotocamera.

Il brillamento solare di classe M9 del 4 agosto ha prodotto una raffica di statica di onde corte così potente che i ricevitori sulla Terra l'hanno ricevuta dopo il tramonto. "Un osservatore in Florida, ha registrato l'esplosione quando il Sole era ancora 38 gradi sotto l'orizzonte", riferisce l'astrofilo radioamatore Thomas Ashcraft. Il radiotelescopio di Ashcraft, nel Nuovo Messico ha registrato l'evento 1 ora e 54 minuti dopo il tramonto:


"Per mia conoscenza, ricezioni come questa sono molto rare", dice Ashcraft.

In effetti lo sono.
Questo evento riporta alla mente la notte dell'esplosione solare radio del 8 Marzo 1958.
Cinque radiotelescopi presso l'Università della Florida raccolsero le emissioni dal Sole osservando il pianeta Giove nel bel mezzo della notte.
Dall'altra parte del mondo, radioastronomi in Australia (dove era giorno...), confermarono che una potente esplosione radio-solare aveva avuto luogo in quel momento esatto.

L'evento è descritto in un articolo di Nature del 1959, dai pionieri radioastronomi Alex Smith e Tom Carr.

Venne considerata la possibilità che le onde radio solari potessero essere state riflesse dalla Luna o portate al lato notturno della Terra tramite la "canalizzazione" della ionosfera.
In conclusione, non poterono chiaramente spiegare cosa era successo e quindi questi eventi di ascolto notturno di esplosioni radio-solari rimangono un enigma.

Nessun commento: