domenica 1 dicembre 2013

Eventi astronomici del mese - Dicembre 2013

Il tuo giudizio : 
Questi i principali eventi astronomici del mese di dicembre 2013.
Luna
3 dicembre: Luna nuova (ore 01e26 tempo locale)
Distanza Terra-Luna: 358˙086 km
9 dicembre: primo quarto di Luna (ore 16e13 tempo locale)
Distanza Terra-Luna: 372˙943 km
17 dicembre: Luna piena (ore 10e30 tempo locale)
Distanza Terra-Luna: 406˙410 km
25 dicembre: ultimo quarto di Luna (ore 14e50 tempo locale)
Distanza Terra-Luna: 394˙589 km
Piogge meteoriche
13-14 dicembre: Geminidi
Corpo progenitore: l'asteroide 3200 Fetonte, forse un nucleo meteorico "prosciugato".
Date attive: dal 7 al 16 dicembre; frequenza massima: oltre 45 meteore/ora, con picchi da 120 meteore/ora. Illuminazione lunare: piuttosto fastidiosa, dal momento che nelle due serate di picco la Luna si presenta in fase crescente al 90%.
Pianeti
Mercurio è visibile all’alba, direzione sudest, nella prima decade del mese. A metà del mese scompare tra le luci dell’aurora e il 29 dicembre è in congiunzione superiore con il Sole.
Venere è sempre visibile la sera, tra sud e sudovest, tra le stelle del Sagittario. Pur avvicinandosi al Sole, migliora la sua visibilità fino alla metà del mese, dal momento che si alza rispetto all’orizzonte. Verso la fine di dicembre “precipita” rapidamente verso il Sole, tramontando prima della fine del crepuscolo.
Marte è visibile nella seconda parte della notte nella costellazione della Vergine. A fine mese sorge una mezzoretta prima della mezzanotte.
Giove è visibile quasi tutta la notte nei Gemelli, nei pressi di Wasat, la stella delta dei Gemelli, con magnitudine -2,6. L’opposizione di inizio gennaio è ormai alle porte.
Migliora la visibilità mattutina di Saturno, osservabile nelle ore che precedono l’alba in direzione sudest. A fine anno sorge già 4 ore prima del Sole.
Urano è osservabile nella prima parte della notte, sotto la testa occidentale dei Pesci. Nella decade centrale del mese sconfina per una decina di giorni nella costellazione della Balena. Il 18 dicembre è stazionario, per poi riprendere il suo moto diretto (da ovest verso est).
Nettuno è sempre rintracciabile nelle primissime ore serali tra le stelle Iota e Theta (Ancha) della costellazione dell’Acquario e la sua visibilità è in costante diminuzione.
Altri fenomeni e configurazioni
1 dicembre: congiunzione Luna-Saturno-Mercurio. Una sottilissima falce lunare calante (4%) sorge a sudest insieme a Saturno (magnitudine 0,57), seguiti a breve da Mercurio (magnitudine -0,65).
5 dicembre: congiunzione Luna-Venere. Verso sudovest, una sottile falce lunare (fase crescente al 10%) va a dormire insieme al luminosissimo pianeta Venere (magnitudine -4,66).
18 dicembre: congiunzione Luna-Giove. Il nostro satellite (fase crescente al 98%) staziona per l’intera notte nelle vicinanze di Wasat, stella delta dei Gemelli e di Giove (magnitudine -2,66).
21 dicembre: solstizio d’Inverno alle ore 18e02 tempo locale (ore 17e02 tempo universale). Durante questo giorno si ha il dì più breve: il Sole sorge alle ore 07e45 e tramonta alle ore 16e38. Appena 8 ore e 53 minuti di luce.
26 dicembre: congiunzione Luna-Marte. La Luna (fase calante al 44%) sorge, tra est e sudest nella costellazione della Vergine, insieme al pianeta rosso (magnitudine 0,93).
29 dicembre: congiunzione Luna-Saturno. Si ripete, a distanza di 28 giorni la congiunzione avvenuta ad inizio mese; sempre nella costellazione della Bilancia, verso sudest, una sottile falce lunare (fase calante al 14%) sorge insieme al Signore degli Anelli (magnitudine 0,58).
Attività Antares
Venerdì 13 dicembre
SerAntares al Liceo Scientifico di Lugo
“Ravenna on my mind” – Time lapse di Mirco Villa
Seguirà locandina
By Daniela e Angelo

Nessun commento: