martedì 1 maggio 2012

Eventi astronomici del mese - Maggio 2012

Il tuo giudizio : 

Questi i principali eventi astronomici del mese di maggio 2012.
Luna
6 maggio: Luna piena (ore 05e37 tempo locale)
Distanza Terra-Luna: 356˙718 km
12 maggio: ultimo quarto di Luna (ore 23e49 tempo locale)
Distanza Terra-Luna: 389˙739 km
21 maggio: Luna nuova (ore 01e50 tempo locale)
Distanza Terra-Luna: 408˙561 km
28 maggio: primo quarto di Luna (ore 22e19 tempo locale)
Distanza Terra-Luna: 376˙321 km
Piogge meteoriche
5-6 maggio: Eta Acquaridi.
Date attive: dal 24 aprile al 20 maggio. Corpo progenitore: la cometa di Halley 1/P, il cui ultimo passaggio risale al 1986. Frequenza massima: fino a 15 meteore/ora.
Lo sciame è noto per offrire spesso meteore molto lunghe e dalla scia persistente. L’attività non eccezionale e il fatto che la costellazione dell’Acquario, dove è situato il radiante, sorge verso le 4 della mattina rendono assai relativo l’interesse per questa pioggia meteorica. La Luna piena, presente in cielo nelle date di massima attività, ne limita ulteriormente le osservazioni.
Pianeti
Mercurio è visibile con difficoltà all’alba verso est, fino alla prima decade del mese, poi scompare nelle luci crepuscolari. Il 27 maggio è in congiunzione superiore con il Sole.
Venere continua a dominare incontrastato il cielo serale con una magnitudine compresa tra -4,4 e -4,3 almeno nella prima parte del mese. Tuttavia la sua visibilità diminuisce rapidamente e se all’inizio del mese tramonta 3 ore e mezza dopo il Sole, a fine maggio il ritardo si riduce ad appena 35 minuti, diventando di fatto inosservabile.
Marte è visibile per buona parte della notte sotto la bellissima costellazione del Leone. La magnitudine ritorna ad essere positiva e il diametro angolare scende sotto i 10 secondi d’arco. Piccolo!
Giove risulta ancora osservabile i primi giorni del mese, anche se con grandi difficoltà, al tramonto verso ovest. Poi diviene inosservabile e il 13 maggio è in congiunzione superiore con il Sole per riapparire la mattina verso est.
Saturno è visibile per gran parte della notte tra le stelle della Vergine. Culmina attorno la mezzanotte ad inizio mese e tramonta quando inizia ad albeggiare. La coppia Saturno-Spica, stella alfa della costellazione, è un ottimo punto di riferimento in queste notti di fine primavera.
Urano inizia ad essere rintracciabile solo nella seconda parte del mese, quando sorge, tra est e sudest, prima dell’inizio del crepuscolo.
Nettuno è osservabile la mattina, verso est-sudest, tra le stelle Iota e Theta (Ancha) della costellazione dell’Acquario, anche se rimane bassino sopra l’orizzonte.
Altri fenomeni
1 maggio: congiunzione larga Luna-Marte, sotto la costellazione del Leone, con Regolo a completare il quadretto.
4 maggio: congiunzione Luna-Spica-Saturno. Una Luna quasi piena (fase crescente al 97%) staziona tutta la notte sotto la brillante stella alfa della Vergine, con Saturno poco distante a vegliare.
22 maggio: congiunzione Luna-Venere. Una sottilissima falce lunare (fase crescente al 3%) va a tramontare insieme al brillante Venere, entrambi immersi nella luce crepuscolare.
28 maggio: congiunzione Luna-Regolo-Marte. Il nostro satellite naturale (fase crescente al 50%) forma un bel triangolo con il pianeta rosso e la stella alfa, proprio sotto la costellazione del Leone.
31 maggio: congiunzione Luna-Saturno-Spica. Per la seconda volta nel mese di maggio, la Luna (fase crescente all’82%) avvicina la coppia Saturno-Spica nella costellazione della Vergine.
Attività Antares
Venerdì 11 maggio, ore 20e45SerAntares
Liceo Scientifico di Lugo “G. R. Curbastro"
"L’inafferrabile leggerezza del neutrino”
Conferenza
(Seguirà locandina)
By Daniela e Angelo

Nessun commento: