venerdì 20 agosto 2010

Sonda Spaziale DAWN : countdown iniziato

Il tuo giudizio : 
La Missione Dawn è una missione basata su una sonda senza equipaggio sviluppata dalla NASA per raggiungere ed esaminare gli asteroidi Cerere e Vesta. Il lancio è avvenuto il 27 settembre 2007 ed ora si trova a meno di un anno di viaggio dalla prima meta stabilita.

Clicca sull'immagine attivare il filmato del 2007 su Dawn narrato da Leonard Nimoy (Mr.Spock).

Dawn è la prima sonda che orbiterà intorno a due diversi corpi celesti.

Molte altre sonde hanno effettuato "flyby" di più di un pianeta, come ad esempio la Sonda Galileo, (Venere/Luna/Giove) e la Missione spaziale Cassini-Huygens (Saturno e Titano). Dawn, invece, per la prima volta nella storia dell'astronautica, entrerà in orbita intorno ad entrambi gli asteroidi che ha come target, prima Vesta e poi Cerere.

Tuttavia Dawn non è la prima sonda diretta verso asteroidi, in quanto la prima sonda che effettuò un flyby di un asteroide fu la Sonda Galileo, mentre la missione NEAR Shoemaker orbitò intorno all'asteroide Eros.

L'obiettivo della missione è quello di analizzare e migliorare la comprensione dei processi che portarono alla formazione del sistema solare.

Per raggiungere questo scopo si è deciso di studiare i più grandi protopianeti rimasti intatti dalla formazione del sistema solare come ad esempio Cerere e Vesta che hanno molte caratteristiche opposte e questo fa pensare che si siano formati in regioni diverse del sistema solare.

Cerere si pensa si sia formato in una situazione fredda e bagnata e quindi potrebbe aver acqua nel sottosuolo mentre Vesta si dovrebbe essere formato in un ambiente caldo e asciutto e quindi l'interno dovrebbe mostrare segni di più strati e l'esterno dovrebbe mostrare tracce di vulcanismo.

Il gruppo che ha sviluppato la missione proviene dall'UCLA e è diretto dallo scienziato Christopher T. Russell.

I maggiori contributi alla missione derivano dalla Orbital Sciences Corporation che ha costruito la sonda, il Jet Propulsion Laboratory della NASA ha fornito i motori a ioni e i sistemi di gestione di volo spaziale.

Il Deutsches Zentrum für Luft-und Raumfahrt (l'agenzia spaziale tedesca) ha fornito la fotocamera per le immagini, l'Istituto Nazionale di Astrofisica di Roma ha fornito lo spettroscopio mentre il Department of Energy dei Los Alamos National Laboratory ha fornito lo spettrometro a raggi gamma.

"Non c'è niente di più emozionante dell'attesa di assistere all'esplorazione di un mondo alieno", afferma Marc Rayman, ingegnere capo di Dawn presso il Jet Propulsion Laboratory. "Vesta", predice, "sta per stupirci."

Dawn è previsto entrare in orbita attorno a Vesta a fine luglio 2011. Non appena le prime immagini mozzafiato saranno state ricevute sulla Terra, i ricercatori provvederanno rapidamente a combinarle in un film, permettendo a tutti i ricercatori di procedere nello studio progettato.

...data la complessità e la delicatezza delle manovre che dovrà compiere non possiamo fare altro che augurare buona fortuna !

Nessun commento: